Comune di Ferrara

domenica, 22 settembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Sull'incontro del sindaco Alan Fabbri con i rappresentanti delle associazioni che si occupano dei rimborsi Carife (nota del 22 luglio 2019)

Sull'incontro del sindaco Alan Fabbri con i rappresentanti delle associazioni che si occupano dei rimborsi Carife (nota del 22 luglio 2019)

22-07-2019 / Punti di vista

AZZERATI CARIFE, IL SINDACO FABBRI HA INCONTRATO LE ASSOCIAZIONI DEI RISPARMIATORI

"MI FARO' PORTAVOCE DELLE LORO ISTANZE PRESSO IL MINISTERO E LA REGIONE"

 

"Ho incontrato tutti i rappresentanti delle associazioni dei risparmiatori e degli Azzerati Carife per un confronto sui rimborsi che spettano agli azionisti. Ferrara è stata una vittima sacrificale delle scellerate politiche economiche del Pd e come in passato anche ora, in quanto sindaco, mi farò portavoce presso le sedi opportune delle richieste di chi ha subito una grave ingiustizia, attivandomi fin da subito per fare sì che i rimborsi arrivino al più presto possibile e nel modo più semplice possibile".

Il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, oggi pomeriggio alle 16, nella sala di Giunta della residenza municipale, ha incontrato i rappresentanti delle associazioni dei risparmiatori sul tema del rimborso agli azionisti e obbligazionisti ex Carife.

"Le problematiche illustrate dalle associazioni relative all'applicazione del decreto attuativo che avvia le pratiche per rimborsi degli azionisti al 30% riguardano sostanzialmente due aspetti - spiega il sindaco - Il primo è l'importante quantità di documentazione richiesta che i risparmiatori chiedono di poter sostituire con una autocertificazione da elaborare in collaborazione con l'istituto bancario, il secondo riguarda l'autenticazione delle firme che i risparmiatori devono apporre sulle dichiarazioni di conformità ai requisiti di legge da allegare alle domande". Un passaggio che presuppone "un impatto burocratico importante per la stessa istituzione comunale considerato che le autenticazioni avvengono con firma apposta presso l'ufficio anagrafe alla presenza di personale abilitato".

Per rispondere alle sollecitazioni delle associazioni il sindaco si è reso disponibile ad agire concretamente.

"Per quanto riguarda l'autenticazione delle firme siamo disponibili a mettere a disposizione degli azionisti Carife un apposito sportello dedicato esclusivamente a questo tipo di pratiche per evitare di intasare il servizio anagrafe nel momento in cui migliaia di risparmiatori dovessero rivolgersi agli sportelli - spiega il sindaco fabbri - e avanzeràò la stessa proposta ai colleghi dei Comuni coivolti in modo da uniformare a livello provinciale il servizio".

Per quanto riguarda invece gli aspetti legati all'autocertificaione "mi farò portavoce delle esigenze dei risparmiatori nelle sedi opportune", aggiunge il sindaco. "Presso il Ministero, attraverso i parlamentari del territorio, e presso i funzionari deputati all'applicazione del Decreto mi attiverò per ottenere la semplificazione massima delle prassi burocratiche necessarie - spiega ancora il sindaco Fabbri - e allo stesso tempo mi attiverò presso la Regione Emilia Romagna, sollecitando i colleghi consiglieri della Lega, per suggerire ed ottenere dalla giunta Bonaccini l'erogazione di un sostegno economico per chi deve avviare le pratiche legali per l'ottenimento del rimborso".

Proprio in Regione infatti, con un provvedimento bipartisan era stato costituito un fondo dedicato alla copertura delle spese legali per gli obbligazionisti "ora è il momento di istituirne uno uguale riservato alle spese legali degli azionisti che sono stati riconosciuti vittime dei crac bancari e che dunque non devono essere mai più penalizzati".

Immagini scaricabili: