Comune di Ferrara

domenica, 07 giugno 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota dell'Amministrazione comunale sull'incontro nella sede del CONI a Roma relativo al Palapalestre

Nota dell'Amministrazione comunale sull'incontro nella sede del CONI a Roma relativo al Palapalestre

18-10-2019 / Punti di vista

Si è svolto giovedì scorso (17 ottobre), nella sede Coni del Foro Italico a Roma, un incontro fra i dirigenti del servizio patrimonio del Comitato Olimpico, l'assessore comunale ai Lavori Pubblici e Sport Andrea Maggi e il direttore generale del Comune Sandro Mazzatorta. Tema dell'incontro la situazione attuale e il futuro del Palapalestre di via Tumiati (angolo Porta Catena), una struttura importante per lo sport ferrarese che da tanti decenni è punto di riferimento di numerose società sportive e di istituti scolastici della zona. La struttura di proprietà del Coni è concessa in uso al Comune grazie a una convenzione che prevede oltre al pagamento di un canone d'affitto, anche l'onere degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Nel corso dell'incontro, che ha creato un proficuo canale di contatto e dialogo fra i due enti, è stata ipotizzata dal Coni l'opportunità per il Comune di acquistare l'immobile per una cifra congrua, con la possibilità anche di accedere a un finanziamento ad hoc agevolato tramite l'Istituto per il Credito Sportivo. Il Coni ha anche comunicato ai rappresentanti del Comune di Ferrara che sta procedendo a un censimento puntuale delle strutture sportive del territorio comunale e provinciale, un compito che potrebbe essere affidato dall'ente sportivo tramite selezione personale tramite bando a un giovane architetto o ingegnere di Ferrara.

"Siamo di fronte a una opportunità che è bene valutare con molta attenzione - ha affermato l'ass.Maggi - anche perché questo tipo di convenzione, che scade nel dicembre prossimo, attualmente risulta piuttosto onerosa sia per il canone sia per gli interventi ordinari e straordinari che la struttura abbastanza datata necessita annualmente. Faremo queste valutazioni tenendo ben conto di tutte le esigenze del mondo sportivo, coincidenti con le nostre, che chiede legittimamente di poter svolgere le proprie attività in luoghi idonei e accoglienti".