Comune di Ferrara

mercoledì, 11 dicembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota dell'Amministrazione comunale sul nuovo mercato settimanale a Cona, in via sperimentale per tutto il 2020

Nota dell'Amministrazione comunale sul nuovo mercato settimanale a Cona, in via sperimentale per tutto il 2020

30-10-2019 / Punti di vista

IL SINDACO FABBRI: "MANTENIAMO UNA PROMESSA FATTA AI CITTADINI: UN PICCOLO GRANDE PASSO VERSO LA RINASCITA DELLE PERIFERIE"

La Giunta comunale ha dato il proprio via libera all'esecuzione delle procedure necessarie per l'istituzione, in via sperimentale per tutto il 2020, di un nuovo mercato settimanale nel territorio di Cona come richiesto dall'associazione Anva-Confesercenti. Il mercato comprenderà bancarelle sia di tipo alimentare che di altro genere e sarà un importante incentivo per il rilancio della zona.

"Lo avevamo promesso in campagna elettorale e abbiamo intenzione di mantenere la promessa: a Cona verrà allestito un mercato settimanale tarato sulle esigenze di chi vive in quell'area - spiega il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri -. Le periferie la loro valorizzazione, anche attraverso la creazione di servizi di prossimità per chi vi risiede sono tra i principali obiettivi della nostra amministrazione. Portare un mercato a Cona è un primo importante passo per ridurre le distanze che separano il centro dalle periferie e dalle frazioni in termini di qualità della vita, servizi e possibilità di socializzazione e di crescita della comunità".

Per il sindaco "un mercato settimanale ha una valenza sociale, serve come presidio di sicurezza e avvicina servizi commerciali anche all'utenza più fragile che dal quartiere si sposta con difficoltà. Una scelta semplice che ha però un grande significato in una visione complessiva della città che comprende nelle sue strategie di crescita tutte le aree della città".

Al riguardo è l'assessore Angela Travagli ha sottolineato che "l'Amministrazione comunale in accordo con Anva Confesercenti, ha selezionato le tipologie merceologiche con l'intento di garantire un'offerta il più ampia possibile ai residenti, nell'ottica di mantenere viva la frazione e raggiungere con servizi commerciali anche le persone che hanno maggiori difficoltà negli spostamenti".