Comune di Ferrara

mercoledì, 11 dicembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota dell'assessore al Commercio Fornasini contro le nuove misure previste dalla legge di stabilità

Nota dell'assessore al Commercio Fornasini contro le nuove misure previste dalla legge di stabilità

19-11-2019 / Punti di vista

LEGGE DI STABILITA', PER L'ASS. FORNASINI: "GRAVI DANNI ALLE PICCOLE IMPRESE. FERRARA VA IN DIREZIONE OPPOSTA, PRESTO IL TAVOLO PER LA SBUROCRATIZZAZIONE"
"Condividiamo le preoccupazioni e le considerazioni espresse da Confcommercio dal presidente Giulio Felloni rispetto alle misure contenute nella bozza della Legge di Stabilità, in particolar modo per quello che riguarda l'introduzione dell'obbligo di utilizzo del Pos che non va a scalfire le alte commissioni". Così l'assessore al Commercio Matteo Fornasini commenta la posizione espressa dal presidente Felloni in merito alle ripercussioni della manovra ipotizzata dal Governo sulle realtà produttive. "Evidentemente - dice l'assessore - si conferma un Governo esecutivo che non tifa per le piccole e medie imprese, ma che anzi, al contrario, introduce balzelli e ogni tipo di azione che, invece di sostenere le imprese, tende a ostacolarle senza preoccuparsi di imporre maggiori oneri.
"Quello che questo Governo sta mettendo in piedi è l'esatto contrario di quello che la nostra amministrazione sta cercando di realizzare nel Comune di Ferrara, dove ci sono un sindaco e una giunta che hanno particolarmente a cuore le piccole medie imprese e stanno cercando di mettere in campo delle azioni tese proprio al sostegno delle piccole attività commerciali", spiega Fornasini.
"Un esempio su tutti: ora ci ritroveremo con la Camera di Commercio e le altre Associazioni di categoria per costituire un tavolo per la semplificazione amministrativa e per la sburocratizzazione proprio a favore delle attività commerciali e delle imprese - aggiunge Fornasini -. E' dunque evidente quanto condividiamo come le posizioni espresse da Ascom e, come esponenti politici faremo tutto ciò che il nostro potere per arginare e bloccare queste misure contro le imprese che il governo nazionale intende porre in essere tramite la legge di stabilità".