Comune di Ferrara

venerdì, 05 giugno 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota dell'Amministrazione comunale di Ferrara sui lavori della Commissione Affidi

Nota dell'Amministrazione comunale di Ferrara sui lavori della Commissione Affidi

28-11-2019 / Punti di vista

LA PRESIDENTE: "GESTO INCOMPRENSIBILE DAL PD, PRESENTE ALLA PRIMA SEDUTA"

Proseguono i lavori della Commissione consiliare di indagine del Comune di Ferrara sul tema della gestione dei minori allontanati e degli affidi. La prima audizione è fissata per il prossimo giovedì 5 dicembre 2019 nella sala Zanotti della sede comunale, a partire dalle ore 16,30. Ad essere audita sarà Angela Mambelli, responsabile servizio sociale minori Asp in seduta a porte aperte.

"I lavori della Commissione vanno avanti e spero che procedano sempre nel giusto spirito di collaborazione - spiega Catia Pignatti, consigliera del gruppo Lega Salvini premier e presidente designata della Commissione di indagine -. Siamo rimasti sorpresi e dispiaciuti dalla decisione del Pd di ricorrere al Tribunale amministrativo contro una Commissione che ha visto i gruppi consiliari non solo approvare la delibera di istituzione della Commissione, ma anche partecipare attivamente (Pd compreso) ai lavori della prima seduta con spirito costruttivo".

Per Pignatti "non bisogna dimenticare che si tratta della prima Commissione consiliare di indagine istituita nel Comune di Ferrara, nata con l'importante obiettivo di dare alle famiglie risposte chiare alle tante domande nate dopo le inchieste sulla gestione dei minori e degli affidi che hanno messo in discussione un sistema regionale e nazionale sul quale è necessario offrire garanzie". Per questo "l'atteggiamento dei colleghi del Pd chiamati, come gli altri, a questo compito, risulta difficilmente comprensibile soprattutto nella valutazione delle possibili conseguenze - spiega ancora la presidente. - Fermo restando che della Commissione fanno parte i rappresentanti di tutte le forze politiche che siedono in Consiglio comunale e senza entrare nel merito di un ricorso che pare comunque riguardare aspetti più burocratici che sostanziali, riteniamo infatti che se la Commissione non potesse proseguire nel lavoro di ascolto e indagine su un tema tanto delicato e sentito sarebbe per tutti, in primis per i cittadini ferraresi, un grave danno".