Comune di Ferrara

domenica, 05 aprile 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nuovo Regolamento assegnazione case popolari: nota dell'ass. Coletti sull'incontro con i Sindacati

Nuovo Regolamento assegnazione case popolari: nota dell'ass. Coletti sull'incontro con i Sindacati

11-02-2020 / Punti di vista

NUOVO REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE CASE POPOLARI, INCONTRO CON I SINDACATI. L'ASS. COLETTI "DISPONIBILI AL CONFRONTO MA NESSUN RITIRO DEL DOCUMENTO"

Oggi (11 feb 2020) l'assessore Cristina Coletti ha incontrato le sigle sindacali sulla questione  del Nuovo regolamento per l'assegnazione delle case popolari, che verrà presentato in Consiglio comunale alla prossima seduta L'incontro è avvenuto dopo l'approvazione delle Commissioni ‘Politiche Sociali' e ‘Politiche abitative' in seduta congiunta del Comune di Ferrara, con il testo inoltrato alle sigle, in ottemperanza della Legge Regionale 24/2001. L'incontro di oggi, al quale erano presenti oltre all'assessore Coletti, i rappresentanti del Cgil, Cisl, Uil, Sunia, Sicet, Uniat, si è concluso con l'impegno dell'assessorato ad approfondire le proposte avanzate dalle sigle, fermo restando che lo strumento di intervento per le stesse è la presentazione attraverso i consiglieri di emendamenti al testo originale che saranno sottoposti al voto del Consiglio comunale, ma con la ferma posizione dell'Amministrazione a non ritirare né modificare il regolamento, come invece chiesto dai sindacati presenti.

"Le critiche rilevate al regolamento, purtroppo, sono risultate sostanzialmente di tipo politico e non sono entrate nel merito degli aspetti  tecnici e applicativi,  come invece auspicavamo. Secondo le sigle, infatti,  i principi di ‘residenzialità storica' e di impossidenza su cui la struttura del nuovo regolamento si basa sarebbero da eliminare ed è evidente che si tratta di una richiesta che non può trovare una risposta positiva, dopo mesi di lavoro impostati proprio su questi due aspetti", spiega l'assessore.
La residenzialità storica e l'applicazione ferma del principio di impossidenza (valido per tutti) sono i due principi cardine su cui si basa la visione che la nostra Giunta ha relativamente al diritto di accesso agli alloggi popolari - prosegue Coletti - diritto che deve essere garantito a tutti senza penalizzare le esigenze dei ferraresi. Le nuove norme introdotte non fanno distinzione di nazionalità: valgono per tutti e garantiscono una vera equità sociale a tutela in particolare di anziani, disabili e famiglie in difficoltà".

E l'assessore conclude: "Pur apprezzando la volontà di partecipazione delle sigle sindacali risulta evidente la difficoltà di rendere  operativo un confronto che è stato incentrato esclusivamente su temi politici e di principio. Più apprezzabile sarebbe stato un dialogo aperto e concreto sulle modalità di applicazione del Regolamento volto magari a migliorarne gli aspetti operativi, dialogo che doveva però essere impostato nel rispetto reciproco delle diverse posizioni politiche. Invece, ci siamo visti costretti a respingere, sostanzialmente in toto, le richieste delle sigle che avrebbero preteso il ritiro del regolamento o una sua revisione snaturante con il ripristino sostanziale dello status quo precedente nella fruizione del diritto alla casa".