Comune di Ferrara

martedì, 18 febbraio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota del sindaco Alan Fabbri in materia di programmazione sanitaria regionale

Nota del sindaco Alan Fabbri in materia di programmazione sanitaria regionale

11-02-2020 / Punti di vista

COMMISSIONE SANITA', IL SINDACO FABBRI: "DOCUMENTO UNITARIO PER FAR VALERE IN REGIONE LE ISTANZE DEI FERRARESI"
"Mi auguro che l'incontro di oggi e altri incontri che potranno tenersi sullo stesso tema servano a creare un documento unitario che porterò in Regione, come sindaco di Ferrara e presidente della Conferenza territoriale socio sanitaria, per far valere gli interessi del Comune in ambito di programmazione sanitaria regionale. Grazie ai diversi pesi politici che, in questo momento compongono la Ctss (Conferenza territoriale socio-sanitaria), per la prima volta è possibile aprire un vero confronto con la Regione sui temi che interessano da vicino i cittadini, un confronto nel quale il voto di Ferrara a favore delle indicazioni regionali non sarà più scontato come era in passato. Porteremo avanti le istanze che interessano il territorio tra cui prioritari sono la fusione tra le dirigenze di Ausl e Ospedale Sant'Anna, la creazione di un Punto di primo intervento in centro città e il miglioramento dei servizi di trasporto e viabilità verso le strutture ospedaliere e sanitarie territoriali, prima tra tutte l'Ospedale di Cona. In questo modo cercheremo di rimediare alle scelte sbagliate messe in atto in passato, prima tra tutte la collocazione del principale polo ospedaliero così lontano dalla città".
Così il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, è intervenuto oggi - martedì 11 febbraio 2020 - in Commissione Sanità, nella seduta dedicata alla situazione della Casa della Salute San Rocco e Ospedale Sant'Anna.
"Ritengo utile raccogliere le sensibilità dei diversi consiglieri comunali in una sintesi - spiega il sindaco - che definisca esattamente le esigenze condivise dei cittadini, da portare in Regione, per far valere la rappresentatività dei voti degli elettori in materia socio-sanitaria. La presidenza della Conferenza territoriale affidata a me e la nuova composizione politica della Conferenza stessa daranno un nuovo peso alle istanze dei cittadini nell'organizzazione territoriale del Sistema Sanitario che la Regione Emilia Romagna dovrà condividere".
In particolare "ho intenzione di confrontarmi con il Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, appena si parlerà di autonomia regionale per mettere in pratica una serie di miglioramenti che riguardano il comparto sanitario del nostro territorio".
Al primo punto c'è la "realizzazione di una dirigenza unica tra Ausl e Ospedale Sant'Anna, assolutamente necessaria per una gestione più semplice ed efficace di un sistema complesso che deve dare risposte efficaci ad esigenze sempre più articolate. Ritengo particolarmente positivo il potenziamento dell'anello all'ex Sant'Anna anche come rimedio all'allontanamento dei servizi imposto ai ferraresi con lo spostamento dell'Ospedale a Cona e all'interno di questo potenziamento e questa riqualificazione ritengo necessario la nascita del Punto di primo intervento per i codici bianchi, anche al fine di decongestionare il Pronto Soccorso, spesso sovraccaricato di richieste".
In un'ottica di "crescita futura e in una visione strategica, anche regionale, ritengo altrettanto fondamentale il potenziamento dei servizi di trasporto per il cittadino verso il nuovo anello, per quanto riguarda la città, e verso Cona, anche in vista della nascita delle nuove infrastrutture, Cispadana e Ferrara mare".