Comune di Ferrara

lunedì, 06 aprile 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota dell'amministrazione comunale in merito alle scuole nelle frazioni

Nota dell'amministrazione comunale in merito alle scuole nelle frazioni

18-02-2020 / Punti di vista

SCUOLA DI FRANCOLINO, IL SINDACO FABBRI: "VICINI ALLE FAMIGLIE E PRONTO A FARE IL POSSIBILE PER VALORIZZARE I PLESSI FRAZIONALI"
"L'amministrazione è vicina alle famiglie che si trovano alle prese con la difficile situazione delle scuole elementari nelle frazioni di Malborghetto e Francolino. Il Comune non ha competenza diretta nè responsabilità nella formazione delle classi delle scuole elementari, ma comprendiamo bene i disagi e le possibili ripercussioni sull'organizzazione della vita familiare che situazioni come queste possono generare e abbiamo ben chiaro il valore che ha un servizio come la scuola elementare per una frazione. Fin dall'insediamento della nostra giunta abbiamo, infatti, investito energie e risorse per la riqualificazione dei plessi frazionali e la loro valorizzazione rimane un nostro impegno primario. Siamo pronti a fare il possibile, per quello che è nelle competenze del Comune per affrontare la questione insieme alle famiglie e ai dirigenti scolastici".
Così il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, interviene sulla questione della prima elementare della frazione di Francolino che non aprirà per il prossimo anno.
"Come le nostre politiche dimostrano crediamo nel valore delle frazioni come luoghi di crescita e di sviluppo della città e riteniamo fondamentale la presenza delle scuole e di tutti gli altri servizi per le famiglie. Purtroppo anche Ferrara si trova da tempo alle prese con una denatalità che va ad incidere pesantemente sulle realtà scolastiche in particolare delle frazioni e anche per questo una delle nostre principali linee di mandato riguarda proprio l'inversione di questo trend anche attraverso un rilancio complessivo della città e attraverso la cura dei quartieri e dei territori frazionali - continua il sindaco -. Alle famiglie diamo la massima disponibilità per tentare di risolvere le problematiche relative alle scuole più penalizzate".
Sulla vicenda interviene anche l'assessore all'Istruzione, Dorota Kusiak, spiegando che il Comune avvierà "un'analisi approfondita relativa alla residenzialità e al numero di potenziali futuri alunni nelle scuole delle frazioni per cominciare a prevedere soluzioni più strutturate di un problema che non compete direttamente al Comune ma che incide sulla qualità della vita delle famiglie".