Comune di Ferrara

domenica, 24 gennaio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > La scuola ai tempi del Coronavirus... (aggiornamento)

La scuola ai tempi del Coronavirus... (aggiornamento)

27-02-2020 / A parer mio

Alessandro Zangara

Ci sono dei software ben fatti, open source, gratuiti, utilizzati in diverse parti del mondo, che consentono di mettere in contatto con dirette audio-video DOCENTI e STUDENTI, ricreando una sorta di grande aula virtuale nella quale, oltre a SPIEGARE, DIALOGARE e INTERVENIRE facendo domande alzando la mano (virtuale), è possibile scambiare DOCUMENTAZIONE e CONTENUTI informatici di ogni genere semplicemente mettendo in condivisione il desktop con un click.

Materiale occorrente: un dispositivo elettronico di qualsiasi genere (desktop, portatile, tablet, smartphone) connesso a internet, con webcam e microfono. Cuffie consigliate ma non obbligatorie (per evitare l'eventuale effetto eco e per non disturbare le persone vicine).

Sarà questa l'occasione per mettere in campo - come già alcune piccole realtà scolastiche stanno facendo, ma in modo capillare e più organizzato - le nuove tecnologie della Scuola 2.0, 3.0 e 4.0 così tanto celebrata? E' auspicabile, oltrechè necessario.

Fra i software 'open source' per organizzare lezioni a distanza e videoconferenze in diretta audio-video: https://jitsi.org/ (non richiede registrazione, gratuito, accesso alla videoconferenza libero tramite link, con possibilità di inserire password)

Info e tutorial: https://it.m.wikibooks.org/wiki/Software_libero_a_scuola/Jitsi

Altri programmi di videoconferenze

https://bigbluebutton.org/
http://mconf.org/
http://openmeetings.apache.org/ 

https://zoom.us/

https://whereby.com/ 

http://meet.google.com (molto simile a Jitsi, richiede registrazione account google)

AGGIORNAMENTO DEL 4-3-2020: ho ricevuto diverse comunicazioni e richieste di informazioni su queste piattaforme di videoconferenza. Nei giorni scorsi ho organizzato al volo con molto piacere brevi videoconferenze per illustrare le funzionalità della piattaforma Jitsi. Mi fa molto piacere venire a conoscenza di buone prassi di alcuni docenti del nostro territorio che autonomamente e con spirito di intraprendenza, buona volontà e determinazione, si sono organizzati con videoconferenze utilizzando programmi e piattaforme diverse. Penso che queste buone prassi dovrebbero costituire la struttura tecnologica di base della 'scuola digitale' 1.0 (cioè quella dotata di strumentazioni informatiche elementari, pc e connessione di rete) e che ogni scuola dovrebbe avere operatori e tecnici capaci di metterle tempestivamente in campo per la didattica in tempo di Coronavirus e non solo. Sono ore e giorni che stanno insegnando tantissime cose, tanti aspetti della vita quotidiana professionale e famigliare che ci fanno crescere, maturare. L'importante è non lasciarcele cadere addosso, ma affrontarle, informandoci e agendo consapevolmente e correttamente. (AZ) 

Links: