Comune di Ferrara

domenica, 05 aprile 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota del sindaco Alan Fabbri in merito all'attuazione delle misure ministeriali per l'emergenza Coronavirus

Nota del sindaco Alan Fabbri in merito all'attuazione delle misure ministeriali per l'emergenza Coronavirus

10-03-2020 / Punti di vista

CORONAVIRUS, IL SINDACO FABBRI SULL'ATTUAZIONE DELLE MISURE MINISTERIALI: "TANTE AZIONI IN CAMPO E ALTRE ALLO STUDIO PER PIANI DI FATTIBILITA'" 

"Schermi protettivi per i dipendenti degli sportelli front office, dispenser nei locali aperti al pubblico e allo studio le possibili applicazioni in termini di fattibilità sulle indicazioni ministeriali relative al lavoro agile. Come ho avuto modo di illustrare ieri (lunedì 9 marzo 2020) in apertura di consiglio comunale, il Comune di Ferrara si è attivato già nelle scorse settimane nell'applicazione e nel rispetto della normativa ministeriale, che tuttavia come i cittadini sanno è in continuo divenire. Le indicazioni dei sindacati, sono sempre da tenere in considerazione soprattutto quando sono utili a migliorare la visione complessiva della situazione, meno opportuni sono invece, in momenti di emergenza, interventi polemici e strumentali, che non tengono conto della realtà dei fatti né dei tempi necessari a fornire ai lavoratori risposte concrete e sostenibili".

 Così il sindaco di Ferrara Alan Fabbri, dopo l'informativa fornita in consiglio comunale torna sul tema dell'applicazione delle normative ministeriali relative all'emergenza sanitaria da Coronavirus.

 Nel dettaglio

Per quanto riguarda le normative a cui si devono attenere gli uffici pubblici, il giorno 6 marzo 2020 è stato sottoscritto un verbale di conferenza di servizio con i Dirigenti di Settore per individuare misure organizzative applicabili al personale in applicazione del DPCM per il contenimento della diffusione del Virus Covid-19. Nel documento sono state fornite indicazioni chiare sulle norme igieniche a cui attenersi e sulle modalità relative alla gestione del pubblico.

L'applicazione delle indicazioni ministeriali relative alla flessibilità e al lavoro agile, legate al periodo dell'emergenza sono attualmente allo studio degli uffici che ne stanno valutando prima di tutto la fattibilità  in un Comune dotato di servizi informatici e di sistemi operativi che non si possono certo definire all'avanguardia.

Contemporaneamente, è stata data apposita comunicazione pubblica per favorire l'utilizzo dei servizi on-line da parte dei cittadini.

Per quanto riguarda i dipendenti del Comune assegnati agli uffici front office il Comune ha ordinato 55 schermi protettivi da scrivania per uffici di sportello, per i quali la consegna è prevista in settimana. Sono stati ordinati 120 dispenser di gel disinfettante per le mani da 500 ml da mettere a disposizione del pubblico di cui 30 sono già stati consegnati stamattina, mentre altri 30 flaconi di gel disinfettante per le mani da 100 ml hanno consegna prevista in settimana.

Nella settimana tra il 2 e il 6 marzo sono stati consegnati dispenser di gel agli uffici: Iat, Protocollo centrale, Giovani, Biblioteca Ariostea, Uffici di piano, Sca, Anagrafe, Urp, Frazioni, Tributi, Ufficio oggetti smarriti,  Informa giovani e sport. In ordine sono anche oltre 9.000 guanti monouso, Relativamente alla pulizia dei locali già il 25 febbraio gli uffici hanno sollecitato COPMA (pulizie uffici) a una maggiore attenzione sulla detersione delle superfici di lavoro attraverso l'uso di prodotti specifici, con interventi straordinari per gli uffici dello SCA e Demografici.

Per quanto riguarda attivazioni di servizi speciali legati alle esigenze della popolazione il Comune si sta attivando insieme ad Afm per la consegna dei farmaci a domicilio attraverso una convenzione recentemente sottoscritta con una associazione di volontariato.

E' stata avviata una iniziativa, patrocinata dal Comune, con Gruppo Scout Agesci rivolta agli anziani residenti nella zona Doro-Barco per la consegna gratuita della spesa a domicilio.

E' in fase di avvio l'applicazione del SED (servizio educativo a domicilio) ad alcuni dei minori con disabilità più severa che si rendono interessati a beneficiare del servizio ed è allo studio l'ampliamento del servizio di tele-assistenza (che oggi conta 180 anziani soli) per contattare telefonicamente gli anziani soli. Per quanto riguarda i centri diurni per malati psichiatrici,  verranno garantiti per tutti gli Utenti in carico la Coop Scacco Matto (50 utenti), come da progettazione individualizzata, presso il proprio domicilio.