Comune di Ferrara

sabato, 30 maggio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota dell'Amministrazione comunale sull'attività di coordinamento delle attività di volontariato nel territorio comunale. Coletti: "Massimo impegno operativo anche su questo fronte a sostegno delle persone fragili e in difficoltà"

Nota dell'Amministrazione comunale sull'attività di coordinamento delle attività di volontariato nel territorio comunale. Coletti: "Massimo impegno operativo anche su questo fronte a sostegno delle persone fragili e in difficoltà"

28-03-2020 / Punti di vista

É l'assessore alle Politiche Sociali, Cristina Coletti, il nuovo referente per il Coordinamento delle attività di volontariato, previsto dalle direttive regionali per la gestione dell'emergenza. Coletti e  stata deesignata dal sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, per coordinare le attività delle associazioni di volontariato nel nostro territorio per la durata dell'emergenza. "Come sempre e ora con ancora maggiore intensità lavoreremo su questo fronte, coinvolgendo il mondo del volontariato che nel nostro territorio è particolarmente attivo e presente e mettetemo in campo tutte le buone prassi richieste da questa situazione di emergenza, a favore delle persone fragili e in difficoltà, supportati dal prezioso e insostituibile lavoro del volontariato". Questo il commento dell'assessore comunale alle Politiche sociali Cristina Coletti, 

Nelle linee guida elaborate dalla Regione - in accordo con Terzo Settore e Anci -  e rivolte ai Comuni si indicano come prioritari sia l'assistenza alle persone fragili sia garantire la sicurezza dei volontari. In linea generale il Volontariato è  ammesso a svolgere le attività collegate direttamente all'erogazione di servizi pubblici essenziali, sempre in raccordo con il Servizio sociale territoriale, rappresentato nella nostra realtà da ASP Ferrara. Tra queste, la consegna a domicilio di generi alimentari, medicinali e altri beni di prima necessità. È poi consentito il funzionamento degli Empori solidali, limitatamente alla fornitura dei generi alimentari e non, privilegiando modalità di distribuzione che evitino assembramento. Nelle linee guida si tracciano in modo chiaro tutte le attività che possono essere organizzate e la loro modalità di erogazione e fruizione, tenendo sempre in primo piano le direttive governative nel rispetto della sicurezza degli operatori e dei destinatari. 

Oltre ad essersi attivato immediatamente nell'individuare un referente comunale dedicato, il Comune di Ferrara ha già previsto per la prossima settimana un primo incontro con l'Azienda Servizi alla Persona, con l'obiettivo di individuare i  bisogni e le priorità di intervento sul nostro territorio. Tutte le realtà associative del territorio verranno coinvolte in questo importante processo di organizzazione per razionalizzare al meglio le risorse in campo, sfruttando in modo costruttivo e utile anche le esperienze del Centro Sevizi Volontariato, da tanti anni punto di riferimento di questo settore.