Comune di Ferrara

domenica, 07 giugno 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota dell'Amministrazione comunale sui test ai farmacisti di AFM

Nota dell'Amministrazione comunale sui test ai farmacisti di AFM

01-04-2020 / Punti di vista

EMERGENZA CORONAVIRUS, TEST ANTICORPALI AI FARMACISTI DI AFM: TUTTI NEGATIVI PER I FARMACISTI AL LAVORO

Sono risultati tutti negativi i test anticorpali, per la ricerca degli anticorpi da Coronavirus, a cui sono stati sottoposti i dipendenti di Farmacie Comunali. Solo un dipendente, assente dal lavoro da due settimane e asintomatico, è risultato positivo. E' questo il risultato di uno screening organizzato dalla Medicina del lavoro di Afm sui dipendenti che da settimane sono in prima linea e a contatto con il pubblico.

I test sono stati effettuati su base volontaria ieri pomeriggio e i risultati, immediati, hanno dato l'esito sperato: su 66 dipendenti un solo esito positivo.

"Fin da subito Holding ha dato massima priorità alla salute dei dipendenti di Afm, considerandoli a rischio anche per la funzione che le farmacie si trovano a svolgere in questo periodo - spiega il presidente Luca Cimarelli -. In accordo con il Comune di Ferrara, particolarmente sensibile sul tema abbiamo acquistato e installato in tutte le sedi schermi protettivi davanti ai banconi, abbiamo dato disposizioni per contingentare le entrate in modo da garantire la distanza interpersonale e abbiamo dotato i dipendenti di dispositivi di protezione. Fa piacere sapere che le strategie messe in atto hanno funzionato e che con l'impegno e l'attenzione c'è la possibilità di lavorare in sicurezza".

I test utilizzati, certificati dal Ministero della Salute attraverso un piccolo prelievo danno riscontro in pochi minuti della presenza degli anticorpi da Coronavirus. erano stati acquistati diverse settimane fa dallo studio che segue la Medicina del lavoro per Afm e la partecipata si è accollata le spese per il loro utilizzo a tutela della salute e della tranquillità dei dipendenti. Per il caso riscontrato di positività asintomatica è stato attivato il servizio di igiene pubblica dell'Ausl e i protocolli previsti per i contatti stretti.