Comune di Ferrara

martedì, 02 giugno 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Emergenza Coronavirus: sospesi fino a giugno canoni comunali per negozi e attività. Travagli: "Estendiamo le indicazioni del Cura Italia per rendere possibile la ripartenza"

Emergenza Coronavirus: sospesi fino a giugno canoni comunali per negozi e attività. Travagli: "Estendiamo le indicazioni del Cura Italia per rendere possibile la ripartenza"

07-04-2020 / Punti di vista

EMERGENZA CORONAVIRUS: SOSPESI FINO A GIUGNO CANONI COMUNALI PER NEGOZI E ATTIVITA'

L'ASSESSORE TRAVAGLI: "ESTENDIAMO LE INDICAZIONI DEL CURA ITALIA PER RENDERE POSSIBILE LA RIPARTENZA"

Sarà sospeso fino a giugno il pagamento dei canoni di locazione degli immobili del Comune per le attività di impresa, artigiani e commercianti. Così il Comune di Ferrara ha deciso di ampliare gli interventi a favore delle attività che occupano immobili pubblici, comprendendo tra quelle a cui applicare la sospensione del canone anche quelle imprenditoriali e commerciali oltrechè quelle sportive.

"Considerata la grave situazione di emergenza sanitaria e le conseguenze economiche che inevitabilmente questa porterà anche al nostro territorio abbiamo deciso di dare un'interpretazione più ampia di quanto disposto dall'articolo 95 del Decreto Cura Italia che prevedeva la sospensione del canone solo per gli impianti sportivi - spiega l'assessore alle Attività Produttive, Angela Travagli -. Stiamo formalizzando in queste ore la sospensione tout court dei canoni di locazione a tutti i conduttori che hanno il locazione locali comunali che siano imprese, negozi, associazioni sportive e associazioni culturali".

La scelta del Comune vuole "concedere una boccata d'ossigeno a chi si trova costretto a tenere sospesa la propria attività in questo periodo - spiega ancora l'assessore Travagli - e al termine dell'emergenza valuteremo le diverse posizioni dei conduttori: attività chiuse, attività aperte o parzialmente aperte, attività non morose o con morosità pregresse e da sanare nel breve termine e con garanzie in base anche alle esigenze manifestate".

L'obiettivo è comunque "sostenere l'economia del territorio in questo passaggio complicato e tenere pronte le imprese alla ripartenza che dovremo affrontare con energia e grande capacità di rilancio", conclude Travagli.