Comune di Ferrara

venerdì, 29 maggio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Emergenza Coronavirus, buoni spesa: già 996 famiglie raggiunte, 11.377 buoni assegnati per un totale di 227.540 euro

Emergenza Coronavirus, buoni spesa: già 996 famiglie raggiunte, 11.377 buoni assegnati per un totale di 227.540 euro

10-04-2020 / Punti di vista

EMERGENZA CORONAVIRUS, BUONI SPESA: GIA' 996 FAMIGLIE RAGGIUNTE, 11377 BUONI ASSEGNATI PER UN TOTALE DI 227.540 EURO

Sono già 996 le famiglie ferraresi assegnatarie dei Buoni Spesa destinati a chi è stato economicamente danneggiato dal lockdown imposto dall'emergenza sanitaria.

Dopo le prime 535 famiglie a cui è stata destinata la prima tranche di coupon e mentre i sei numeri di telefono dedicati al servizio Buoni Spesa continuano ad essere attivi, altre 610 domande (raccolte nei giorni 7 e 8 aprile) sono state processate dagli uffici: 461 sono i nuclei familiari beneficiari, ai quali sono stati assegnati complessivamente 5.227 buoni per un ammontare totale di 104.540 euro. Aggiungendo a questi i 6152 buoni già assegnati nei primi due giorni, a 535 famiglie e in gran parte già distribuiti, complessivamente ad oggi i Buoni Spesa erogati sono stati 11.377 per un totale di 227.540 euro.

Anche in questa seconda tranche la maggior parte degli assegnatari dei buoni spesa sono donne con minori a carico (molti i nuclei monogenitoriali), danneggiate dall'emergenza sanitaria perchè senza ammortizzatori sociali.


Relativamente alle ultime domande lavorate (quelle relative ai giorni 7 e 8 aprile 2020) totale delle richieste prese in carico 460 sono state ritenute valide mentre sono 150 quelle scartate, la maggior parte delle quali perchè arrivate da cittadini non residenti nel Comune di Ferrara.

Tra i beneficiari ci sono 351 italiani,17 cittadini dell' Unione Europea e 78 cittadini con permesso di soggiorno extra UE e 14 titolare di carta di soggiorno. La maggioranza sono ancora una volta donne (280).

Il richiedente più anziano è del 1939, il più giovane 2000, mentre sono 12 over 65 anni 73 seguiti da servizio sociale per altri aspetti (non economici). Per quanto riguarda le caratteristiche occupazionali 129 sono i lavoratori rimasti danneggiati dalle chiusure dovute al lockdown e senza ammortizzatori sociali, 78 cassintegrati, 25 i disoccupati, 25 i precari, 13 gli stagionali e 2 gli interinali.

Per gli aspetti socio familiari sono 46 i nuclei familiari con disagio economico per sospensione di attività imprenditoriale o professionale, 32 i nuclei monogenitoriali con minori e 12 quelli con componenti afflitti da disabilità o gravi patologie.