Comune di Ferrara

venerdì, 27 novembre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Emergenza Coronavirus: Fabbri convoca la Conferenza Territoriale Socio-Sanitaria per fare il punto su case di riposo e strutture per soggetti fragili

Emergenza Coronavirus: Fabbri convoca la Conferenza Territoriale Socio-Sanitaria per fare il punto su case di riposo e strutture per soggetti fragili

16-04-2020 / Punti di vista

EMERGENZA CORONAVIRUS, FABBRI CONVOCA LA CONFERENZA TERRITORIALE SOCIO SANITARIA

"NECESSARIO FARE IL PUNTO SULLA SITUAZIONE NELLE CASE DI RIPOSO E NELLE STRUTTURE CHE OSPITANO SOGGETTI FRAGILI"

"Ho convocato con urgenza una seduta della Conferenza territoriale socio sanitaria per fare il punto sulla situazione relativa all'emergenza Covid 19, in particolare per quanto riguarda le case di riposo e le strutture sociosanitarie che ospitano fragilità. La decisione è stata concordata con il sindaco di Argenta, a fronte dei dati che arrivano, anche a livello nazionale, e che indicano proprio le strutture residenziali per anziani e disabili come i punti più critici e di maggiore diffusione del contagio". Così il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, annuncia, in qualità di presidente della Conferenza Territoriale Socio Sanitaria, la seduta che si terrà in modalità videoconferenza sabato 18 aprile 2020.

"In questa fase dell'emergenza e anche in vista della ripartenza che ci auguriamo possa a breve prendere il via, ritengo necessario fare il punto sulla situazione attuale. La nostra città e la nostra provincia si confermano tra le meno colpite dal virus, ma nonostante questo permangono criticità che vanno approfondite perchè riguardano soggetti fragili. Dopo un confronto con il sindaco di Argenta, Andrea Baldini, ho valutato opportuno convocare questa seduta per un approfondimento sulle prassi adottate fino a oggi, in tutti gli ambiti e, in particolare, riguardo alla questione dei tamponi di competenza dell'Ausl, sulla quale mi permetto di esprimere qualche perplessità", spiega il sindaco.

"E' evidente che se per la questione tamponi o per altri aspetti relativi alla prevenzione e al contenimento del contagio esistono problemi oggettivi, questi debbano essere esplicitati, condivisi e possibilmente risolti alla radice - continua il sindaco - soprattutto considerando la grande disponibilità ad una collaborazione fattiva dimostrato da tutti gli attori del territorio, primo tra tutti proprio il Comune di Ferrara".

Per il sindaco "fare sistema a livello territoriale contro la diffusione del contagio, come è stato fatto fino ad oggi, è la strada migliore e va perseguita quanto più possibile, anche nel momento in cui ad essere maggiormente a rischio è un'utenza già da tempo in carico al sistema sociosanitario".