Comune di Ferrara

sabato, 30 maggio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota dell'Amministrazione comunale sulla situazione degli operatori degli spettacoli viaggianti, in occasione della Festività di S.Giorgio. Travagli: "Faremo di tutto per sostenerli". Fabbri: “Massima attenzione per il settore"

Nota dell'Amministrazione comunale sulla situazione degli operatori degli spettacoli viaggianti, in occasione della Festività di S.Giorgio. Travagli: "Faremo di tutto per sostenerli". Fabbri: “Massima attenzione per il settore"

20-04-2020 / Punti di vista

"Si avvicina la Festività del Santo Patrono di Ferrara ed è la prima volta che la città si trova spogliata delle luci, dell'eccitazione e del divertimento portato ogni anno dall'arrivo della Fiera di San Giorgio con le sue sempre affascinanti e divertenti giostre. Il tratto del ‘montagnone' - come in gergo viene chiamata l'antica cinta muraria nella zona di viale Alfonso I d'Este - è muto, niente aggregazione, nessun divertimento, nemmeno per i più piccini costretti a vita domestica. San Giorgio sconfisse il Drago e tutti speravano avesse la meglio sul nemico invisibile, ma oggi non è così". Queste le parole dell'assessore comunale alle attività Produttive, Lavoro, Fiere e Mercati Angela Travagli che in questi giorni precedenti la festa così sentita dai ferraresi, desidera sottolineare come i settori dello spettacolo viaggiante, degli eventi e del turismo siano tra i più colpiti da questa crisi economica a seguito dell'emergenza sanitaria.

"La prospettiva per il settore degli spettacoli viaggianti non è delle migliori - precisa l'assessore Travagli - perché non sono certo una categoria prevista nell'impianto governativo della fase della transizione e della prossima apertura per la ripartenza economica, forse nemmeno nel medio periodo visto che gli eventi e gli spettacoli sono da sempre sinonimo di aggregazione, un aspetto che ci viene negato per motivi sanitari".

L'assessore Travagli ha incontrato nei giorni scorsi il presidente dell'Associazione Nazionale Esercenti Spettacoli Viaggianti (ANESV - Em.Romagna, Marche e Umbria) Luca Catter che si fa portavoce della categoria messa in ginocchio dal Covid 19. Fermi ormai da mesi, vista la stagionalità della loro attività, attendevano proprio questo periodo per riprendere. Stare nell'incertezza di una ripresa futura non definita e di lungo o lunghissimo periodo, rischia di far collassare completamente la categoria che oggi esprime grande preoccupazione, oltre a creare uno scoramento psicologico soprattutto tra i più giovani. "L'Amministrazione comunale - aggiunge l'assessore - è e sarà sempre vicina a questa importante attività produttiva e intende continuare a sostenerla. Stiamo infatti già valutando un aiuto alle imprese che non sia solo di garanzia, ma reale, concreto e terremo conto delle esigenze espresse da questa categoria".

"Questo è un settore importantissimo - conferma al proposito il sindaco Alan Fabbri - che genera un indotto ampio per il nostro territorio, di cui dobbiamo tenere conto. Già prima dell'emergenza Coronavirus abbiamo incontrato i rappresentanti del settore per definire nuove sinergie e migliori collocazioni per favorire lo svolgimento e la fruizione di queste attività che affondano le radici nella tradizione e devono poter guardare con fiducia al futuro".

"È proprio un dispiacere - afferma a questo proposito Luca Catter, presidente Anesv Em.Romagna-Marche-Umbria - non poter aprire le nostre giostre ai bambini, ai giovani e le famiglie ferraresi in questi giorni di festa dedicata al nostro patrono, sopratutto in un momento difficile come questo. Immagino la grande voglia di un giro in giostra che avranno i bambini dopo giorni di ‘quarantena', tenere in casa i bambini e i ragazzi quando si aspetta la Fiera di San Giorgio da un anno non è facile, una ricorrenza che da oltre settant'anni non è mai saltata, ci mancherà il passeggiare all'interno del parco del montagnone. Sembra quasi irreale che in questi giorni sia così tristemente vuoto, ci mancherà il profumo dello zucchero filato. Anche per lo spettacolo viaggiante è un momento triste pieno di difficoltà e di incertezze, sono infatti circa 40 le famiglie che da anni animano la manifestazione. Auspichiamo una ripartenza in tempi brevi, anche se siamo consapevoli che non sarà facile, visto che si stanno annullando le manifestazioni di questo genere già fino al mese di giugno".