Comune di Ferrara

venerdì, 10 luglio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Alfredo Filippini, Il decano degli scultori ferraresi

Alfredo Filippini, Il decano degli scultori ferraresi

03-06-2020 / Punti di vista

di Marco Gulinelli (*)
Lunedì scorso, 1 giugno 2020, è scomparso a Ferrara il decano degli artisti ferraresi Alfredo Filippini. Era nato il 22 ottobre 1924, aveva quindi quasi 96 anni. Pittore e scultore frequentò l'accademia di Bologna diventando poi allievo privato di scultura del professor Laerte Milani dalle cui lezioni Filippini apprese l'arte della scultura rivisitando e riproponendo un nuovo linguaggio plastico dei corpi attraverso le urgenze dell'interiorità.
Esponente di una raffinata arte dello scolpire di matrice realista e neorinascimentale, tra le sue opere si ricordano: il San Giovanni Battista in una nicchia di via Cortevecchia a Ferrara; "Dietro la porta", scultura in cotto collocata dalla Fondazione Bassani a casa dell'Ariosto a Ferrara; una figura femminile al Centro Civico di Pontelagoscuro; "La follia di Orlando" nella casa dell'Ariosto a Stellata di Bondeno.

Ci lascia così l'ultimo esponente della statuaria ferrarese, ideale discendente dei plasticatori estensi e dei novecenteschi Minerbi, Fabbri e Virgili.
Sotto la creta delle opere di Alfredo Filippini scorre pura linfa vitale, davanti alle sue opere non sfugge né lo stile garbato della sua tecnica né la precisa coreografia di un opera che si fa scena.

E' mancato un grande artista ferrarese, che ha vissuto lungamente nel suo appartamento-atelier di via Matteo Maria Boiardo una vita, senza strepiti o luci della ribalta, nella riservatezza che gli era propria. Resta la sua arte che trova nelle opere il valore eccellente, a futura memoria del nostro territorio.

(*) assessore alla Cultura del Comune di Ferrara