Comune di Ferrara

martedì, 27 ottobre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Emergenza Coronavirus: il Centro Medicina Ferrara dona 100 test sierologici al Comune. Coletti: "Utilizzeremo i test per il personale dei centri estivi: alle famiglie vogliamo garantire la massima sicurezza"

Emergenza Coronavirus: il Centro Medicina Ferrara dona 100 test sierologici al Comune. Coletti: "Utilizzeremo i test per il personale dei centri estivi: alle famiglie vogliamo garantire la massima sicurezza"

04-06-2020 / Punti di vista

EMERGENZA CORONAVIRUS: IL CENTRO MEDICINA FERRARA DONA 100 TEST SIEROLOGICI AL COMUNE

L'ASSESSORE COLETTI: "UTILIZZETREMO I TEST PER IL PERSONALE DEI CENTRI ESTIVI: ALLE FAMIGLIE VOGLIAMO GARANTIRE LA MASSIMA SICUREZZA"

"Abbiamo deciso di mettere a disposizione del personale dei centri estivi comunali i test sierologici per la ricerca degli anticorpi da Covid 19. Cento test sono stati donati dal Centro di medicina Ferrara che ha avviato, in questi giorni, l'attività di prelievi per contribuire allo screening di massa e monitorare il contagio da coronavirus, per il resto del personale provvederà il Comune all'acquisto dei test mancanti. Riteniamo fondamentale questo passaggio per garantire un avvio sereno dei centri estivi e rassicurare le famiglie in merito al tema della sicurezza sanitaria. Ringraziamo il Centro Medicina Ferrara per il gesto solidale e responsabile nei confronti delle famiglie ferraresi che aspettano di poter affidare i propri figli in piena tranquillità".

Così l'assessore alle Politiche Sociali, Cristina Coletti, annuncia la volontà dei Comune di proporre, su base volontaria, al personale impiegato nei centri estivi comunali la possibilità di sottoporsi a test sierologici per la ricerca degli anticorpi da Covid 19, prima dell'inizio delle attività.

L'attività riconosciuta dalla Regione Emilia Romagna, che ha incluso anche il laboratorio di riferimento per il Gruppo centro di medicina nella white list, viene esercitata al momento in due giornate, il martedì e il giovedì, nella sede di via Verga 17 (ex Ferrara Day Surgery). "Quello che abbiamo di fronte è un periodo di convivenza con il virus in cui le persone e le attività economiche devono trovare sia il coraggio di ripartire ma anche di poterlo fare con fiducia e in sicurezza - spiega l'amministratore delegato Vincenzo Papes -. Siamo a supporto alle imprese, della Associazioni di categoria, degli Enti locali che vogliono ripartire in questa difficile fase siamo onorati di poter partecipare grazie a questa attività, di carattere privato e volontario, alla indagine epidemiologica a supporto delle istituzioni ed egli enti del territorio".

Il test utilizzato, è l'IgG SARS-CoV-2 di Abbott (quello scelto dal Ministero della Salute) identifica l'anticorpo IgG, una proteina prodotta dall'organismo che persiste a lungo. L'elevata sensibilità (100% a 14 giorni da insorgenza sintomi) e specificità (99,6%) ne attestano l'affidabilità che gli è valsa l'aggiudicazione della gara nazionale. I test determinano se la persona è entrata in contatto con il virus sviluppando la risposta anticorpale. l test si effettuano con prelievo del sangue ed esame completo dello stesso (no tavoletta, no stick al dito) e l'esito è scaricabile on line in tempi brevi. In presenza di casi positivi viene attivato il protocollo regionale che prevede la comunicazione da parte del Direttore Sanitario del laboratorio analisi al Dipartimento di Sanità Pubblica territorialmente competente.

Il paziente positivo, avvertito anch'egli dal Direttore Sanitario del Laboratorio analisi, si pone in isolamento volontario in attesa di essere sottoposto a test molecolare su tampone. Quest'ultimo può essere effettuato direttamente presso il Centro di Medicina di Ferrara. Il Centro di medicina Ferrara conta due unità operative, situate una a est e una a sud della città. Il Poliambulatorio Futura, storica struttura poliambulatoriale di Ferrara (fondata nel 1996), è situata a poca distanza dall'ex Arcispedale S. Anna, in via Pomposa 62 (appena fuori le Mura storiche).