Comune di Ferrara

martedì, 27 ottobre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Contributo affitto agli studenti. L'assessore Balboni: "Studenti, partecipate senza timore"

Contributo affitto agli studenti. L'assessore Balboni: "Studenti, partecipate senza timore"

05-06-2020 / Punti di vista

CONTRIBUTO AFFITTO AGLI STUDENTI, L'ASSESSORE BALBONI: "PARTECIPATE SENZA TIMORE: LE INFORMAZIONI DIFFUSE DALLA SINISTRA UNIVERSITARIA SONO FALSE E OGGETTO DI RETTIFICA"

"Il Comune di Ferrara ha messo a disposizione, attraverso Acer, un contributo a fondo perduto per gli studenti universitari fuorisede. Il contributo servirà a saldare una rata d'affitto per chi, a causa del Coronavirus, si è trovato in difficoltà economica. Non si tratta affatto di un prestito, come invece ha gravemente affermato in maniera falsa un'associazione universitaria di sinistra, costretta poi a ritrattare le sue affermazioni errate. Invito dunque tutti gli studenti idonei a partecipare tranquillamente al bando: il Comune non chiederà mai indietro quanto dato ai beneficiari".

Così l'Assessore ai Rapporti con l'Università, Alessandro Balboni, lancia un appello agli studenti iscritti all'Università di Ferrara, ricordando l'apertura dei termini per l'assegnazione del contributo all'affitto, dedicato ai giovani le cui famiglie si siano trovate in difficoltà a causa del lockdown.

"La necessità di questo appello lanciato ai ragazzi nasce dal fatto che Udu, schierata vicina al Pd, ha recentemente diffuso una nota che conteneva un'affermazione palesemente falsa - spiega ancora Balboni - . Attraverso un volantino poi pubblicizzato sulle pagine social, infatti, Udu affermava, in merito al contributo ‘Si tratta di un prestito! Gli studenti dovranno ridare i soldi al Comune', cosa che non è assolutamente vera".

"Ritengo molto grave la divulgazione di una falsa informazione che ha rischiato di creare un danno alla comunità studentesca, falsità indiscutibile vista la successiva rettifica. Il rischio è che gli studenti che avrebbero diritto al contributo siano indotti a non richiederlo sulla base della falsa notizia - conclude Balboni -. Questa Amministrazione ha dimostrato profonda attenzione al tema universitario. Abbiamo cercato di aiutare e trattenere in città i tanti fuorisede, che animano Ferrara tanto culturalmente quanto economicamente. E' stata una grande delusione essere costretto a richiedere la rimozione di notizie false diffuse proprio da un'associazione studentesca per motivi di polemica politica".

Come stabilito dalla Deliberazione di Giunta Comunale, il contributo è dedicato agli studenti universitari fuori sede, regolarmente iscritti all'Università di Ferrara per l'anno accademico in corso che siano conduttori di alloggi o porzioni di alloggi ad uso abitativo situati nel Comune di Ferrara, di proprietà privata o pubblica, a canone di mercato (libero o concordato), con contratto regolarmente registrato. All'atto della domanda i richiedenti devono dimostrare di versare in una situazione di morosità incolpevole, consistente nel mancato pagamento di una mensilità di canone causata dalla rilevante riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, anche a seguito della situazione di emergenza sanitaria legata al Covid 19, con un ISEE non superiore ai 35.000 euro e non devono essere beneficiari di alcun contributo provvidenza per la casa in corso di erogazione al momento della presentazione della domanda. La somma complessiva, pari a circa 36,5 mila euro, verrà erogata in quote massime di 350 euro a fronte di richieste motivate che verranno consegnate direttamente al proprietario degli immobili che non hanno ricevuto i pagamenti dovuti.