Comune di Ferrara

sabato, 31 ottobre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > CENTRI ESTIVI E DISABILITA'. SOSTEGNO E CONTRIBUTI ANCHE PER CHI SCEGLIE LE STRUTTURE PRIVATE. KUSIAK: "ATTENZIONE COSTANTE PER I BAMBINI DISABILI E LE LORO FAMIGLIE"

CENTRI ESTIVI E DISABILITA'. SOSTEGNO E CONTRIBUTI ANCHE PER CHI SCEGLIE LE STRUTTURE PRIVATE. KUSIAK: "ATTENZIONE COSTANTE PER I BAMBINI DISABILI E LE LORO FAMIGLIE"

26-06-2020 / Punti di vista

Con la delibera approvata nei giorni scorsi dalla Giunta Comunale, che definisce criteri e procedure per assicurare interventi di assistenza educativa a bambini e ragazzi disabili iscritti ai centri estivi privati aderenti al Progetto Regionale Conciliazione Vita-lavoro, si completa il quadro degli interventi decisi dall'Amministrazione Comunale di Ferrara per sostenere le famiglie con figli disabili durante l'emergenza da Covid-19.

In particolare l'Amministrazione con questa azione, garantirà l'assistenza educativa anche ai bambini e ai ragazzi disabili le cui famiglie scelgono i centri estivi privati che aderiscono al progetto regionale, concordando con gestori e famiglie il tipo di intervento da mettere in campo che consiste nella presenza di un educatore delle cooperative di ATI Sostegno, in continuità dei percorsi avviati nei mesi precedenti oppure in un contributo a copertura delle spese per il personale aggiuntivo.

"La nostra attenzione per i bambini disabili e per le loro famiglie - afferma l'assessore comunale alla Pubblica Istruzione Dorota Kusiak - è costante, e si è ulteriormente rafforzata in questo delicato periodo dell'emergenza sanitaria. È necessario garantire un sostegno concreto ai minori e le loro famiglie durante i mesi estivi, soprattutto ora per consentire, dopo mesi di lockdown, un ritorno alla socialità di cui i bambini hanno estremamente bisogno."

"La formula organizzativa dei CRI e dei CRE - precisa l'assessore - è risultata quest'anno particolarmente laboriosa soprattutto per quanto riguarda i nuovi criteri di sicurezza legati all'emergenza e le dovute attenzioni nei confronti dei bambini e dei ragazzi con disabilità. Saranno in tutto 93 gli educatori di sostegno che lavoreranno nei campi estivi comunali 3-14 che nei mesi di giugno e luglio affiancheranno nei percorsi personalizzati 97 minori. A questi si aggiungeranno eventuali richieste per i campi estivi 0-3 anni che apriranno nei prossimi giorni. In ogni caso l'intenzione dell'amministrazione è quella di garantire le stesse opportunità a tutte le famiglie, indipendente dal fatto se scelgono un campo estivo comunale o privato."

Inoltre, con la chiusura delle scuole, oltre a dare continuità ai percorsi di sostegno a distanza di tutti i bambini e ragazzi che frequentano le scuole di ogni ordine e grado, sono stati implementati, in accordo con l'ASP, gli interventi educativi individualizzati in presenza che hanno coinvolto oltre 30 bambini e ragazzi in situazione di particolare difficoltà. Il servizio sta funzionando molto bene e verrà prorogato anche per il peridio estivo.