Comune di Ferrara

mercoledì, 23 settembre 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > FERRARA, LA MUSICA DI VIVALDI NEL QUARTIERE GAD. IL VICESINDACO LODI: "DA QUI PARTE LA RIVOLUZIONE: CULTURA E SICUREZZA PER RIQUALIFICARE LA ZONA PIU' DIFFICILE DELLA CITTA'"

FERRARA, LA MUSICA DI VIVALDI NEL QUARTIERE GAD. IL VICESINDACO LODI: "DA QUI PARTE LA RIVOLUZIONE: CULTURA E SICUREZZA PER RIQUALIFICARE LA ZONA PIU' DIFFICILE DELLA CITTA'"

08-08-2020 / Punti di vista

FERRARA, LA MUSICA DI VIVALDI NEL QUARTIERE GAD: SOLD OUT PER IL CONCERTO NEI GIARDINI DEL GRATTACIELO

 IL VICESINDACO LODI: "DA QUI PARTE LA RIVOLUZIONE: CULTURA E SICUREZZA PER RIQUALIFICARE LA ZONA PIU' DIFFICILE DELLA CITTA'"

Un'ora di musica classica, sulle note delle Quattro Stagioni di Vivaldi. Lo scenario: il Grattacielo di Ferrara,un quartiere difficile, dove a farla da padrone fino a qualche mese fa erano spaccio e delinquenza.
E' stato un concerto da tutto esaurito (200 posti complessivi per le limitazioni anti-Covid) quello andato in scena ieri sera in zona stazione con l'orchestra Città di Ferrara che si è esibita nelle Quattro Stagioni di Vivaldi (primo violino Antonio Aiello) mentre l'attore Stefano Muroni ha recitato i sonetti delle quattro Stagioni.

Tra il pubblico, oltre alle autorità locali  e ai rappresentanti delle forze dell'ordine anche gli onorevoli, Maura Tomasi presidente del Comitato per la Legislazione e Emanuele Cestari, membro della Commissione Bilancio della Camera dei Deputati a testimoniare l'importanza di un evento unico nel suo genere.
"Con questo concerto inauguriamo un nuovo percorso
che trasformerà questo quartiere e lo restituirà in tutta la sua bellezza ai ferraresi, dopo anni di abbandono e incuria. In questo percorso la cultura sarà a fianco della sicurezza: porteremo nella zona più difficile della città eventi musicali e di spettacolo, spazi per le attività sportive, un parco con giochi per i bimbi e un'area dedicata agli anziani. L'obiettivo è tornare a chiamare questa zona con il suo nome originario, 'Quartiere giardino', chiudendo per sempre gli anni bui della Gad (acronimo di Giardino Arianuova Doro), nota a livello nazionale come zona di spaccio e degrado", ha dichiarato il vicesindaco Nicola Lodi 
"Ringrazio particolarmente le forze dell'ordine che hanno reso possibile l'evento e che accompagneranno passo per passo la riqualificazione, i cittadini che hanno partecipato e tutte le autorità che con la loro presenza hanno voluto testimoniare il valore dell'inizialtiva", ha aggiunto Lodi. 
"Dispiace molto, invece, notare che alla serata, gratuita e aperta a tutti i cittadini, non hanno preso parte i rappresentanti del Pd, che fino a un anno fa erano al governo della città e che ben conoscono la gravissima situazione del quartiere e quanto questa abbia pesato sulla qualità della vita dei ferraresi, considerato soprattutto che alcuni di questi sono addirittura residenti in Gad  - conclude il vicesindaco con amarezza -. Avevamo formalmente invitato i parlamentari del Pd di Ferrara e i consiglieri regionali e speravamo di notare tra il pubblico i consiglieri comunali, in segno di unità di intenti nella lotta al degrado di questo quartiere ed è amaro constatare come, ancora una volta, a prevalere siano invece state le logiche di partito".

La realizzazione del concerto nel cuore del quartiere Gad è stato reso possibile grazie all'importante apporto della Questura di Ferrara, guidata dal questore Cesare Capocasa che da mesi con servizi quotidiani, ordinari e straordinari, presidia la zona Gad. Durante la serata questura ha allestito propri stand informativi e l'iniziativa è stata il frutto del gioco di squadra tra Comune, Orchestra città di Ferrara, Teatro comunale e diverse Associazioni. 

"Mai come in questo momento Ferrara, e tutte le città che stanno combattendo contro un nemico invisibile, ha bisogno di attenzione. E tutti stiamo mettendo passione e impegno con un unico scopo: il bene comune. Cultura e bellezza lasciano una traccia profonda", ha dichiarato l'assessore alla Cultura del Comune di Ferrara, Marco Gulinelli, tra gli organizzatori dell'evento. E "dove c'è cultura il Teatro comunale c'è e ci sarà", ha sottolineato il co-direttore artistico del teatro Marcello Corvino.
Nuovo appuntamento, sempre presso i giardini del Grattacielo, alle 21.15, giovedì 20 agosto 2020 con le musiche di Beethoven. L'ingresso è gratuito, necessaria la prenotazione.

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili: