Comune di Ferrara

giovedì, 29 ottobre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Coronavirus, mostra Medici senza Frontiere a Ferrara. Assessore Gulinelli all'apertura della rassegna: "a tutti il nostro grazie"

Coronavirus, mostra Medici senza Frontiere a Ferrara. Assessore Gulinelli all'apertura della rassegna: "a tutti il nostro grazie"

05-10-2020 / Punti di vista

CORONAVIRUS, MOSTRA MEDICI SENZA FRONTIERE A FERRARA. 48 SCATTI DA OSPEDALI, CARCERI, RSA. LA TESTIMONIANZA DELLA PRESIDENTE MSF: "ESPERIENZA EMOTIVAMENTE FORTE, ORA NUOVE CONOSCENZE, NON VANIFICARLE". ASSESSORE GULINELLI ALL'APERTURA DELLA RASSEGNA: "A TUTTI IL NOSTRO GRAZIE"

Ferrara, 3 ott -  48 foto che documentano il lavoro dei medici in Rsa, ospedali, carceri durante le settimane dell'emergenza Covid. La mostra, dal titolo "Don't leave me alone", è curata da Medici senza Frontiere (65 quelli che hanno lavorato nelle strutture di Lombardia, Piemonte, Liguria, del Lodigiano, di Roma e della Sicilia) e ha aperto oggi i battenti al Padiglione di arte contemporanea di Ferrara, nel contesto di Internazionale. Per l'occasione era presente anche l'assessore comunale Marco Gulinelli. Firma degli scatti è Alessio Romenzi, già fotoreporter con esperienze in diversi teatri di guerra soprattutto in Medio Oriente.
"Mi era capitato diverse volte di fotografare situazioni di dolore, ma fotografarle in casa propria ti fa sentire inevitabilmente coinvolto, con un livello di empatia sicuramente superiore", spiega. "Lo scatto che mi ha commosso di più? A Roma, una bimba che vive in uno spazio minuscolo all'interno della 'Metropoliz Città Meticcia' che non riusciva a connettersi con la sua insegnante per seguire la lezione. Un segno di come anche il lockdown sia stato vissuto in maniera diversa a seconda degli spazi e delle possibilità".
"E' stata un'esperienza emotivamente forte e, a livello professionale, decisamente istruttiva - racconta la dottoressa Claudia Lodesani, infettivologa e presidente di Msf -. Siamo abituati a lavorare in Paesi dove la curva demografica è diversa da quella italiana, lavorare con pazienti anziani ci ha posto di fronte a una diversa prospettiva. Il lavoro di medici, infermieri e personale sanitario, tutti quanti, è stato straordinario, hanno lavorato giorno e notte, ininterrottamente. Ora abbiamo un patrimonio di conoscenze acquisite, ma non bisogna abbassare la guardia".
"Sono foto di grandissima attualità e di fortissimo impatto - ha detto l'assessore Gulinelli - che raccontano il merito straordinario di tante donne e uomini che hanno prestato un servizio fondamentale, tra sacrifici e rischi. Vedere queste foto è un modo per ricordarci quello che è stato e rinnovare il nostro ringraziamento a tanti".

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili:

Da sin Gulinelli, Romenzi, Lodesani.jpg