Comune di Ferrara

lunedì, 30 novembre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Coronavirus, Giunta lavora su testo decreto. Chiesti chiarimenti e convocati presidi e dirigenti. Prorogati alcuni eventi del fine settimana. Sindaco: "Massima collaborazione istituzionale"

Coronavirus, Giunta lavora su testo decreto. Chiesti chiarimenti e convocati presidi e dirigenti. Prorogati alcuni eventi del fine settimana. Sindaco: "Massima collaborazione istituzionale"

20-10-2020 / Punti di vista

CORONAVIRUS, GIUNTA LAVORA SU TESTO DECRETO. CHIESTI CHIARIMENTI E CONVOCATI PRESIDI E DIRIGENTI. PROROGATI ALCUNI EVENTI DEL FINE SETTIMANA. SINDACO: "MASSIMA COLLABORAZIONE ISTITUZIONALE"


Ferrara, 20 ott 2020 - I contenuti del nuovo Dpcm sono stati al centro della riunione di giunta di questa mattina.

Sindaco Alan Fabbri e assessori hanno attentamente esaminato, alla luce delle nuove disposizioni anti-Covid, la programmazione degli eventi, dopo un confronto con la Regione Emilia-Romagna e altri sindaci dei Comuni capoluogo, confronto che si è tenuto ieri sera in videoconferenza.

"Non è stato un lavoro facile - dice il sindaco Fabbri - per la scarsa chiarezza del Dpcm, che apre a diverse e contrastanti interpretazioni, e per il fatto che ancora aspettiamo le linee guida del governo. Una situazione che ci fa tornare alle discutibili prassi dei giorni della pandemia, quando all'annuncio serale dei decreti seguivano ore, giorni, di incertezza sui contenuti delle misure".

I primi effetti del Dpcm. Alla luce di quanto previsto dal decreto viene confermato il ‘Mercato delle opere di ingegno' - previsto in piazza Savonarola e piazza Trento e Trieste il 17, 18, 24 e 25 ottobre - che, essendo inserito in un sistema mercatale, non rientra tra i nuovi divieti.

Slitterà a primavera invece lo Street food festival (previsto dal 23 al 25 ottobre in piazza Travaglio), in quanto evento assimilabile a una sagra, e ‘Autunno ducale' - in previsione il 24 e 25 ottobre tra il Castello e piazza Savonarola - dal momento che l'evento è formalmente classificato come ‘manifestazione fieristica'. Anche ‘la città che vorrei', in calendario sabato e domenica, sarà rimandata in quanto fiera straordinaria. "La nostra linea - ha fatto sapere il sindaco Fabbri - è confermare tutti gli eventi che è possibile fare in presenza, nel rispetto di disposizioni e protocolli. Purtroppo però le nuove misure annunciate dal presidente del Consiglio hanno effetti su alcuni eventi che erano in programma". "Sul tema delle eventuali chiusure delle piazze monitoreremo la situazione cercando sempre di individuare le soluzioni meno impattanti. Possiamo dire di esserci attrezzati per tempo: grazie al progetto ‘Movida sicura', infatti, già da giugno abbiamo creato un modello di gestione per evitare assembramenti e conseguenti coprifuoco".

Per quanto riguarda le scuole - in accordo col presidente della Provincia Nicola Minarelli - è previsto un incontro giovedì alle 16 per fare il punto con i dirigenti scolastici del territorio, cercando di recepire richieste, esigenze, criticità e di collaborare per potenziare risposte e azioni su didattica e trasporti, d'intesa con la Regione.

La giunta ha parlato anche del tema smart-working. Dalle 12 di oggi è in corso una riunione con i dirigenti per organizzare la macchina amministrativa alla luce delle nuove previsioni sul lavoro a distanza dei dipendenti.

Per quanto riguarda l'attività di Ferrara Fiere, il presidente Andrea Moretti ha già posto quesiti alla Regione per avere garanzie sugli eventi da confermare.

Nel corso della riunione di questa mattina il sindaco ha anche illustrato agli assessori l'esito dell'incontro in videoconferenza di ieri con il presidente Bonaccini e i sindaci dei comuni capoluogo. "Come sempre - ha detto il sindaco Fabbri - in queste situazioni conta la collaborazione. Abbiamo da subito garantito la nostra disponibilità al confronto. Ringrazio il presidente Bonaccini per averci da subito coinvolti e per il suo impegno per ottenere chiarezza sui contenuti dei decreti. Lavoriamo insieme per arrivare alle migliori soluzioni, unendo la tutela della sicurezza alla necessità di scongiurare un impatto sempre più grave della crisi".

 

(Ferrara Rinasce)