Comune di Ferrara

martedì, 24 novembre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Coronavirus, la giunta lavora a un nuovo bando anti-crisi

Coronavirus, la giunta lavora a un nuovo bando anti-crisi

27-10-2020 / Punti di vista

CORONAVIRUS, GIUNTA LAVORA A NUOVO BANDO ANTI-CRISI: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER CATEGORIE COLPITE DA BLOCCHI E LIMITAZIONI. SINDACO: "AIUTO A LAVORATORI DOPO DANNI GOVERNO, MA NON SIAMO PARAFULMINE DI SCELTE SBAGLIATE". DOMANI TEMA AL CENTRO DEL TAVOLO "FERRARA RINASCE"
Ferrara, 27 ottobre 2020 - Un nuovo bando anti-crisi con fondi comunali - dopo quello da 1,7milioni di euro avviato dopo il lockdown - per sostenere, in particolare, le categorie a cui l'ultimo Dpcm ha imposto la chiusura totale o anticipata. E' l'obiettivo a cui sta lavorando la giunta, su indicazione del sindaco Alan Fabbri. Il tema è stato al centro del confronto tra primo cittadino e assessori, in apertura della seduta di oggi, e sarà anche all'ordine del giorno del tavolo di "Ferrara Rinasce" convocato - in videoconferenza - domani alle 15.
Il sindaco Fabbri ha dato disposizioni ad assessori e uffici di lavorare alla predisposizione del nuovo bando, su alcune linee di indirizzo principali: contributi a fondo perduto, burocrazia zero per l'accesso ai fondi e sulla base di quanto emergerà dal confronto di domani con le categorie e le rappresentanze convocate al tavolo.
"Replichiamo l'esperienza che, come Amministrazione - tra le prime e tra le pochissime in Italia - abbiamo promosso dopo il lockdown con il bando anti-crisi da 1,7milioni di euro - dice il sindaco Fabbri -. Oggi, vista la nuova emergenza economica generata dalle scelte del governo, vogliamo continuare a dare un supporto concreto ai lavoratori colpiti, attingendo a fondi comunali, per sostenere ed essere concretamente al fianco di chi sta subendo l'impatto di pesanti limitazioni e blocchi. Come Amministrazione abbiamo fatto e continueremo a fare la nostra parte, garantendo la massima collaborazione, sempre con spirito costruttivo, ma - lo dico al Governo - non siamo disposti ad essere il parafulmine di scelte dannose imposte da Roma".

(Ferrara Rinasce)