Comune di Ferrara

lunedì, 30 novembre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > 'Ferrara città del cinema': on line l'archivio dell'illustratore ferrarese di manifesti Sandro Simeoni

'Ferrara città del cinema': on line l'archivio dell'illustratore ferrarese di manifesti Sandro Simeoni

29-10-2020 / Punti di vista

CINEMA, DA SABATO ON LINE L'ARCHIVIO DEL FERRARESE SIMEONI. MURONI: "VALORIZZIAMO UN GRANDE DIMENTICATO". A FERRARA BOOM DI ADESIONI A SCUOLE PER ASPIRANTI ATTORI, REGISTI E SCENEGGIATORI

Ferrara la città del cinema - dopo aver registrato un'adesione record di aspiranti attori, registi, sceneggiatori - ricorda la figura del ferrarese Sandro Simeoni illustratore originario di Migliarino che ha legato la sua opera proprio al mondo del cinema, con migliaia di locandine e manifesti richiesti dagli Stati Uniti al Giappone. Sarà infatti online da sabato (all'indirizzo www.archiviosandrosimeoni.com) l'archivio digitale con alcune delle opere più importanti dell'autore, destinato a diventare un'importante banca dati. 
A curare l'archivio è Luca Siano, massimo esperto di Simeoni e collaboratore della filiera creativa Ferrara la città del cinema. Filiera che sempre sabato taglierà il nastro virtuale del proprio approdo on line, con l'avvio del portale www.ferraralacittadelcinema.it.

"L'archivio Simeoni - spiega Stefano Muroni, che di 'Ferrara la città del cinema' è presidente - è un passaggio importante della nostra filiera creativa del cinema, che si compone del Centro preformazione attoriale, scuola di teatro e cinema per ragazzi tra i 14 e i 18 anni, la Tenda summer school, campus internazionale di teatro, la scuola d'arte cinematografica 'Florestano Vancini' e Controluce produzione. Una filiera che ad oggi conta quasi 300 allievi e 30 collaboratori. La nostra idea è valorizzare Simeoni nel suo territorio, in primis a Migliarino, per sensibilizzare i cittadini su questa figura, un grande dimenticato". Un grande che ha messo la sua arte al servizio di altri grandi ferraresi, in primis il regista Michelangelo Antonioni.

"Con il sindaco di Fiscaglia (di cui Migliarino è parte) Fabio Tosi - spiega Muroni - stiamo progettando una due giorni nel 2021 dedicata alla pittura, al disegno, all'illustrazione per il cinema con al centro proprio la figura di Simeoni. Sarebbe bello che diventasse un appuntamento annuale fisso, lo dobbiamo a un grande nome del nostro territorio".

"L'apertura dell'archivio on line del patrimonio artistico di Sandro Simeoni e del sito  di Ferrara la città del Cinema coniuga perfettamente la direzione e gli obiettivi che questa Amministrazione adotta e adotterà in tema di valorizzazione e promozione (cine)turistica - dice l'assessore Marco Gulinelli -. L'obiettivo è rendere Ferrara, ancora di più, uno dei capoluoghi importanti del cinema mondiale. E' un periodo difficile,  ma nonostante questo continuiamo a lavorare su proposte progettuali che mettono in campo nuove forme di sviluppo culturale relative a: cinema, creatività e turismo".

 Intanto "Ferrara la città del cinema",  anche grazie agli investimenti dell'Amministrazione comunale e alla presentazione nel contesto della Biennale di Venezia - dice Muroni - ha già avviato l'attività con le proprie scuole, con numeri mai registrati prima. "Il centro preformazione attoriale conta quest'anno 80 allievi, un dato record - spiega - . La scuola d'arte cinematografica Vancini  ha invece 40 studenti per il nuovo primo anno che hanno passato una difficile selezione. Viste le tante richieste abbiamo pensato di attivare un  corso propedeutico per i dieci più interessanti che non ce l'hanno fatta. A giugno potranno così ritentare l'ammissione con più strumenti alla mano". "Considerando anche il secondo anno la scuola Vancini conta oltre 80 allievi. Sono tutti numeri che ci danno grande soddisfazione - rivela Muroni -: siamo partiti 12 mesi fa e oggi contiamo studenti da tutta Italia. Appena nati stiamo viaggiando veloce, mentre altre scuole con un'importante storicità alle spalle faticano parecchio. Soprattutto in questo periodo non era scontato esserci, esserci con questi numeri e con questa partecipazione".

(Ferrara Rinasce)