Comune di Ferrara

martedì, 24 novembre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Sul Gambero Rosso 8 pagine dedicate a Ferrara, 30 locali citati. Interventi del sindaco Fabbri e del ministro Franceschini

Sul Gambero Rosso 8 pagine dedicate a Ferrara, 30 locali citati. Interventi del sindaco Fabbri e del ministro Franceschini

02-11-2020 / Punti di vista

 

SUL GAMBERO ROSSO 8 PAGINE DEDICATE A "FERRARA, TRA ARTE E GUSTO", 30 LOCALI CITATI. INTERVENTI DEL SINDACO FABBRI E DEL MINISTRO FRANCESCHINI. IL PRIMO CITTADINO: "CUCINA E MATERIE PRIME FERRARESI SONO PATRIMONIO UNICO, LASCIATEVI ISPIRARE"

FERRARA, 2 NOV - "Ferrara, tra arte e gusto". Titola così il servizio di 8 pagine che il "Gambero Rosso" ha dedicato alla città, con le recensioni di 30 locali selezionati dai giornalisti tra ristoranti, botteghe, pasticcerie, gelaterie, panifici, bar storici. Il servizio è dedicato ai luoghi del cibo e della tradizione, alle materie prime, all'enogastronomia, alla tradizione culinaria della città e ospita anche gli interventi del sindaco Alan Fabbri (scritto prima dei Dpcm) e del ministro Dario Franceschini, tratto dal suo libro ‘Daccapo'. Nelle 8 pagine anche due focus dedicati alle specialità ferraresi (sono citati i pinzini, i cappellacci di zucca, il pasticcio di maccheroni, la salama da sugo, il Pampepato, la torta tenerina) e i prodotti tipici del territorio (nell'elenco la Bondiola, la coppia ferrarese, il liquore Zabov, l'aglio di Voghiera, la zucca violina e il Grana Padano).

Ferrara, "dove la gastronomia e la cucina hanno una storia importante e antica che va di pari passo con la tradizione agricola del suo circondario - scrive il Gambero Rosso -, città estense, dunque di nobile corte rinascimentale, è riconosciuta dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità, patria di monumenti unici, di sedi espositive incredibili (basta citare il Palazzo dei Diamanti), e di ricettari antichi, tra i primi della storia culinaria italiana... e patria dell'Ariosto, papà visionario dell'Orlando furioso".

"Abbiamo locali, materie prime e una cucina unici", scrive Fabbri, "per questo, come Amministrazione, stiamo lavorando molto alle Denominazioni comunali". Fabbri invita poi i lettori del Gambero rosso a "lasciarsi ispirare" dalla cucina ferrarese, dopo aver descritto la "poesia" del pane e la sua storia, citando Messisbugo e, tra le altre cose: la tipicità della salamina, il patrimonio delle materie prime, la zucca violina, "regina di molte ricette", l'interessante apporto della cucina ebraica e rivelando anche il suo menù ideale. Quindi un consiglio ai turisti: "Visitate tutto il territorio, tra città e frazioni si trovano diversi luoghi che hanno decenni di storia e dove ancora la cucina è di famiglia".

Il sindaco Fabbri omaggerà tutti i locali citati dal Gambero rosso con una copia della rivista e una sua lettera di congratulazioni.

 

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili: