Comune di Ferrara

lunedì, 23 novembre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Scuola Musica Moderna di Ferrara, riconoscimento google, che cede gratis la propria piattaforma web per le lezioni

Scuola Musica Moderna di Ferrara, riconoscimento google, che cede gratis la propria piattaforma web per le lezioni

18-11-2020 / Punti di vista

SCUOLA MUSICA MODERNA DI FERRARA, RICONOSCIMENTO GOOGLE, CHE CEDE GRATIS LA PROPRIA PIATTAFORMA WEB PER LE LEZIONI

La scuola di musica moderna di Ferrara si trasferisce online per il periodo delle restrizioni anti-Covid e ottiene il prestigioso riconoscimento di Google, che sceglie - anche con l'aiuto dell'Amministrazione comunale - di mettere a disposizione di docenti e studenti, in forma totalmente gratuita, la propria piattaforma‘Google suite for education' per le lezioni via web. Il percorso di riconoscimento da parte del colosso di Mountain View ha avuto una gestazione complessa. La scuola di musica è infatti stata chiamata a descrivere la propria attività, i numeri che produce (gli studenti in condizioni standard sono circa 700 all'anno), i servizi che mette a disposizione e le collaborazioni con le istituzioni. Qui è intervenuto anche l'assessore Marco Gulinelli che, tra le altre cose, ha scritto una lettera di presentazione rimarcando "la valenza culturale della scuola e il valore che ha per Ferrara, e non solo". Dagli Stati uniti, dopo un'interlocuzione di alcune settimane e con la mediazione di C2Group, è arrivato l'assenso a consentire l'utilizzo gratuito della piattaforma Google, utilizzo gratuito che solitamente è riservato a scuole statali e università. Tra i fattori che hanno concorso al raggiungimento del risultato c'è anche il fatto che l'Associazione musicisti di Ferrara (che gestisce tutte le attività della scuola di musica moderna a palazzo Savonuzzi, in via Darsena 57) è anche sede del Dipartimento Musicale Metodo Ritmìa, unico in Italia e riconosciuto dal ministero dell'Università e della Ricerca con corsi di formazione per docenti, adulti e bambini. "Il riconoscimento di Google è per noi molto significativo, sia perché siamo tra le poche realtà del nostro settore ad averlo ottenuto sia perché attesta e conferma la nostra vocazione culturale, orientata alla collaborazione con la città (abbiamo convenzioni attive, tra le altre, con l'università e con il conservatorio Frescobaldi) e con molte realtà pubbliche - dice Alessandra Gavagni, docente e consigliere dell'Associazione musicisti di Ferrara, che si è occupata del percorso del riconoscimento -. Grazie a questa piattaforma , tramite l'applicazione ‘Classroom' basta un link per connettersi con l'insegnante e partecipare a una lezione in diretta. Gli studenti vedono le mani del docente sullo strumento, possono interagire. E l'applicazione conserva la registrazione della lezione, per consentire di rivederla, esercitarsi, ritornare sulle cose non capite e approfondire alcuni temi. E' inoltre possibile scambiare materiale didattico con gli studenti, inviare compiti, correzioni. Il tutto tutelando la privacy dei nostri iscritti. Le lezioni a distanza hanno dei limiti ma questo software ci consente di superare molte difficoltà". "La scuola di musica è un fiore all'occhiello ed è nota anche al di fuori dei confini di Ferrara, una realtà preziosa per la città, che attrae studenti da diversi territori e porta valore aggiunto - dice l'assessore Gulinelli -. E' stato doveroso sostenerla in un riconoscimento che è meritatissimo. In un periodo difficile l'insegnamento della musica può continuare, in sicurezza. E anche questo è un segnale di speranza e di fiducia nel futuro".

 

(Ferrara Rinasce)