Comune di Ferrara

martedì, 26 gennaio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nuovi alberi a Barco e Pontelagoscuto e fascia verde fino al Po: percorso partecipato per condividere il progetto. Il Comune si candida a finanziamento regionale

Nuovi alberi a Barco e Pontelagoscuto e fascia verde fino al Po: percorso partecipato per condividere il progetto. Il Comune si candida a finanziamento regionale

15-12-2020 / Punti di vista

NUOVI ALBERI A BARCO E PONTELAGOSCURO E FASCIA VERDE FINO AL PO: PERCORSO PARTECIPATO PER CONDIVIDERE IL PROGETTO. IL COMUNE SI CANDIDA A FINANZIAMENTO REGIONALE

I prossimi interventi di forestazione urbana saranno co-progettati con i cittadini. L'iniziativa, sperimentale e che coinvolge diversi partner, si candida ai finanziamenti regionali della legge 15 (sulla "partecipazione all'elaborazione delle politiche pubbliche") e prenderà le mosse dal nuovo piano per le infrastrutture verdi previsto per i quartieri Barco e Pontelagoscuro. Al centro del percorso di coinvolgimento ragazze e ragazzi, tra i 18 e i 34 anni, che organizzeranno attività di ascolto,interazione, coinvolgimento nei quartieri, estendendo anche alle scuole gli inviti. Il progetto è proposto dal Centro Servizi per il Volontariato "Terre Estensi" in collaborazione con la "Rete per la giustizia climatica", il Laboratorio Citer del Dipartimento di Architettura dell'Università e il Comune di Ferrara che ha deliberato oggi l'adesione all'iniziativa e all'accordo di cooperazione tra i diversi soggetti.
La scelta di avviare questa sperimentazione sui quartieri cittadini nasce sul progetto, già avviato dall'Amministrazione, di realizzare un'intera fascia verde da Barco al Po, che aprirebbe alla realizzazione di circuiti ciclopedonali dal centro cittadino al grande fiume, con la messa a dimora di alberi, lo sviluppo di boschi già presenti e azioni puntuali sul verde. L'altra ragione che ha portato a individuare quell'area è legata al fatto che "la zona si caratterizza per un'elevata presenza di persone anziane, la fascia di popolazione più fragile davanti agli effetti dei cambiamenti climatici che hanno già investito la città di Ferrara, rendendola spesso la città più calda d'Italia", come è scritto nella relazione del progetto. "La volontà di estendere a tutti i cittadini la condivisione delle scelte sui nuovi interventi di forestazione urbana è - spiega l'assessore Alessandro Balboni - pienamente coerente con la pianificazione urbanistica e ambientale del Comune di Ferrara e, in particolare, si innesta nel piano di Azione del Progetto Perfect per la creazione di infrastrutture verdi urbane, con il coinvolgimento delle comunità. Ogni scelta, se fatta insieme, sarà più rispondente alle esigenze e necessità dei cittadini che abitano in un determinato luogo. Dall'inizio del nostro mandato sono già oltre 3.400 i nuovi alberi che abbiamo previsto: si tratta di un tema che ci sta particolarmente a cuore e di un percorso che vogliamo continuare a sviluppare". "Siamo felici che il Comune di Ferrara abbia sposato l'iniziativa del percorso partecipato, scelta che apre alla possibilità di candidare il progetto al bando regionale - dice Chiara Porretta, architetto coordinatrice del progetto per CSV Terre Estensi, Centro Servizi per il Volontariato di Ferrara e Modena-. Lavoriamo infatti per mettere in campo un percorso partecipativo certificato dalla legge regionale e che, in caso di vittoria dei finanziamenti, contiamo di realizzare nei primi sei mesi del 2021. L'obiettivo è rispondere all'appello per la conversione ecologica lanciato dalla Rete per la giustizia climatica, dando continuità e forza a ‘Perfect' e cooperare per la realizzazione di interventi condivisi, significativi e tempestivi per l'adattamento ai cambiamenti climatici".

 

(Ferrara Rinasce)