Comune di Ferrara

martedì, 26 gennaio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Giovanni Allevi racconta sulla Rai i Buskers di Ferrara: "Ecco i miei 'sovversivi rivoluzionari' alla ricerca della propria strada"

Giovanni Allevi racconta sulla Rai i Buskers di Ferrara: "Ecco i miei 'sovversivi rivoluzionari' alla ricerca della propria strada"

21-12-2020 / Punti di vista

GIOVANNI ALLEVI RACCONTA SULLA RAI I BUSKERS DI FERRARA: "ECCO I MIEI ‘SOVVERSIVI RIVOLUZIONARI' ALLA RICERCA DELLA PROPRIA STRADA"

E' online - sul sito di Raiplay - la puntata di "Allevi in the jungle" interamente girata a Ferrara, con il celebre pianista - in questo caso anche nei panni di conduttore - Giovanni Allevi e alcuni Buskers protagonisti del celebre Festival di Ferrara che quest'anno ha compiuto i suoi primi 33 anni di vita.
Qui il link, sul web da oggi: https://www.raiplay.it/video/2020/12/Allevi-in-the-Jungle---Ferrara-a80ce5d5-edf7-403d-80b4-087e091b037a.html
"Ferrara è la città che accoglie i buskers, che li fa esprimere ogni anno, in ogni piazza", dice Allevi in avvio di puntata mentre le telecamere riprendono la giornata di Giacomo Gamberucci (violoncellista originario di Bologna), che racconta la sua storia e il suo amore per la musica e il suo strumento: "Ho iniziato all'estero, per mantenermi gli studi", racconta Gamberucci. "Mentre suono non parlo, mi immergo nella musica e lascio che sia lei a parlare". Allevi fa poi un passaggio al museo delle ghise del patron Stefano Bottoni, fondatore, ideatore, anima del Ferrara Buskers Festival. Sfiorando con un martello i tombini che arrivano da circa 150 Comuni di diverse parti del mondo e analizzandone il suono. Un passaggio che fa da preambolo alla presentazione di un artista di strada che suona uno strumento metallico, l'hang, Paolo Borghi, originario di Guastalla e da 15 anni anima del Ferrara buskers festival. "Con questo strumento è stato amore a prima vista, perché il suo suono fa provare sensazioni molto positive", dice Borghi. "Un artista felice, completamente fuso con l'universo", osserva Allevi sperimentando anche i tanti strumenti inventati e creati da Borghi. E' poi la volta di Eros Goni, alias 'Gambe in Spalla Teatro', artista romagnolo poliedrico, clown, mimo, capace di creare stupendi spettacoli con le bolle di sapone. "Mi appassiona quello che vola - dice -. Le bolle si muovono sempre col ‘vento in poppa'. Le persone hanno bisogno di vedere anche qualcosa in più della televisione. Che cosa mi dà la strada? La verità, perché ti dice se quello che stai facendo funziona. Le mie bolle? Portano un messaggio: siamo fragili come loro ma guarda come vanno lontano". In chiusura di trasmissione Allevi si siede in via delle Volte e scrive al computer: "Cara Ferrara, io e te ci vogliamo bene. Come immaginavo, anche qui ho trovato i miei ‘sovversivi rivoluzionari' a volte incompresi ma sempre alla ricerca della propria strada". "Giovanni Allevi, con delicatezza e naturalezza, ci porta alla scoperta di artisti emiliani e romagnoli con storie straordinarie e che hanno inseguito le proprie emozioni e i propri sogni. Siamo fieri che questi artisti che si sono raccontati su Raiplay siano protagonisti del Festival. Grazie alla Rai per aver valorizzato il fascino delle loro storie e della loro arte", dice Rebecca Bottoni, presidente del Ferrara Buskers festival. "Ferrara si conferma tra le capitali internazionali dei buskers, grazie al ‘marchio' del suo festival e all'iniziativa di chi lo organizza e lo anima. Crediamo in queste storie e vogliamo continuare a investire per valorizzare queste magnifiche esperienze", dice l'assessore Matteo Fornasini.

 

(Ferrarea Rinasce)

Immagini scaricabili: