Comune di Ferrara

martedì, 26 gennaio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > CANILE E GATTILE SENZA FONDI REGIONALI. L'ASS. BALBONI: "LA NOSTRA DOCUMENTAZIONE E' COMPLETA, PRONTI A RICORRERE AL TAR"

CANILE E GATTILE SENZA FONDI REGIONALI. L'ASS. BALBONI: "LA NOSTRA DOCUMENTAZIONE E' COMPLETA, PRONTI A RICORRERE AL TAR"

21-12-2020 / Punti di vista

Mancata approvazione da parte della Regione Emilia Romagna della richiesta di finanziamento per canile e gattile municipali di Ferrara. Un risultato che a Palazzo Municipale suscita stupore, ma anche determinazione ad andare avanti anche per vie legali, se necessario, per ottenere i fondi negati. A spiegarlo è l'assessore comunale all'Ambiente e alla Tutela degli animali Alessandro Balboni, che interviene con questa nota sulla vicenda del bando regionale per l'attribuzione di fondi per la ristrutturazione di canili e gattili nella regione Emilia-Romagna.

"Partendo dal presupposto che il lavoro svolto dai dipendenti comunali e dai tecnici è stato impeccabile ed è stato portato avanti anche in un'ottica di co-progettazione e collaborazione con i gestori del canile comunale e del gattile comunale - spiega l'assessore Alessandro Balboni - abbiamo appreso con un certa sorpresa che il motivo per cui la Regione Emilia-Romagna non ha ritenuto approvabile il finanziamento nei nostri confronti sarebbe la mancanza del piano economico-finanziario e del relativo impegno di spesa. Chiederemo un confronto con i tecnici della Regione, perché questa motivazione ci appare del tutto infondata, poiché in tutti gli allegati che abbiamo prodotto e fornito a corredo del progetto sono presenti e ben visibili questi dati. L'impegno di spesa appare nella determina dirigenziale di approvazione del progetto di fattibilità tecnico-economica (per la precisione alle pagine 4, 5 e 6) insieme al relativo visto di regolarità contabile, così come all'interno del progetto stesso è dedicata una parte appunto al quadro economico, rispettando i criteri richiesti dal bando per la partecipazione al bando regionale. Alle polemiche recenti replico sottolineando che chi deve rispondere non è il Comune di Ferrara, o l'Amministrazione, bensì è la Regione, che dovrebbe motivare una scelta, anomala e bizzarra, che ha visto la bocciatura di quasi la metà dei progetti candidati, tra cui quello proposto dall'amministrazione ferrarese, adducendo alla medesima motivazione, ossia l'assenza del piano finanziario. Ho già avuto confronti con altri assessori di Comuni candidati al medesimo progetto e Ferrara non è l'unica amministrazione a sollevare dubbi e perplessità. Come Assessorato comunale alla Tutela degli animali cercheremo un confronto con la Regione su questi aspetti e se le risposte non ci daranno soddisfazione siamo pronti a impugnare la determina relativa al finanziamento regionale anche davanti al TAR".