Comune di Ferrara

giovedì, 25 febbraio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Covid, Ferrara Fiere cuore della campagna vaccinale. Accordo Amministrazione, Ente fieristico, Ausl. previsti numeri imponenti: 3.400 persone al giorno. Fabbri: "Ente fieristico al servizio della collettività per la più importante delle sfide"

Covid, Ferrara Fiere cuore della campagna vaccinale. Accordo Amministrazione, Ente fieristico, Ausl. previsti numeri imponenti: 3.400 persone al giorno. Fabbri: "Ente fieristico al servizio della collettività per la più importante delle sfide"

28-01-2021 / Punti di vista

COVID, FIERA FERRARA CUORE DELLA CAMPAGNA VACCINALE. ACCORDO AMMINISTRAZIONE, ENTE FIERISTICO, AUSL. PREVISTI NUMERI IMPONENTI: 3.400 PERSONE AL GIORNO 7/7 . AL VIA DA METÀ FEBBRAIO. SINDACO: "ENTE FIERISTICO AL SERVIZIO DELLA COLLETTIVITÀ PER LA PIÙ IMPORTANTE DELLE SFIDE"

Sarà il padiglione 6 della Fiera di Ferrara il 'quartier generale' della campagna delle vaccinazioni nel territorio ferrarese. Le somministrazioni potranno così contare su maxi spazi di 2.750 metri quadrati. Si parte a metà febbraio, fino a luglio. L'allestimento inizierà lunedì mattina. La scelta della sede è stata condivisa nel corso di un vertice tra l'Amministrazione comunale, rappresentata dall'assessore Angela Travagli, il presidente dell'ente fieristico Andrea Moretti e la dirigenza dell'Azienda sanitaria locale. Per l'utilizzo degli spazi e l'organizzazione ‘logistica' saranno sottoscritte dalle parti direttamente coinvolte specifiche convenzioni. E convenzioni sono previste anche con Ferrara tua, per la gestione dei parcheggi (aree sosta saranno riservate a persone con disabilità, carico e scarico e sosta veloce), e Tper, che metterà a disposizione servizi bus e navetta dedicati. Nel gruppo di lavoro che ha elaborato il progetto è inserito anche il servizio tecnico del Comune che - alla luce della prevista affluenza sul padiglione 6 - ridisegnerà parzialmente la viabilità della zona. Il transito da organizzare sarà infatti imponente. I numeri previsti stimano l'accesso di 1.700 persone ogni giorno, per 12 ore al giorno, sette giorni su sette. Poiché è previsto che ogni persona sia accompagnata, i flussi sono da considerarsi raddoppiati. Ad avere la priorità nella somministrazione dei vaccini saranno gli ultra-ottantenni, le forze dell'ordine e gli insegnanti. La fiera di Ferrara sarà il cuore di una rete, punto di riferimento del distretto centro-nord, che potrà contare su altri 5 punti per le vaccinazioni, anche ad Argenta, Cento, Codigoro, oltre alle Case della Salute di Bondeno e Comacchio. "Siamo soddisfatti che oggi la Fiera stia dando un contributo di massima rilevanza ai temi che ci stanno più a cuore: la salute, la prevenzione, il contrasto al virus. Gli spazi dell'ente fiere, a lungo costretti alla chiusura, saranno - gratuitamente - al servizio della collettività per la più importante delle sfide. Il grande lavoro di squadra - per il quale ringrazio tutte le realtà coinvolte - sta ponendo le condizioni migliori per agire presto e agire al meglio per prevenire e arrestare i contagi", dice il sindaco Alan Fabbri. "Ferrara Fiere congressi è l' hub più importante del territorio. Per questo è stata individuata come sede e fulcro della campagna di vaccinazione - dice l'assessore Travagli -. La decisione di rendere funzionale gli spazi del padiglione 6 intende cogliere le opportunità che la fiera sa offrire, per posizione, spazi e per la sua versatilità ed è anche un modo per valorizzarne la funzione e l'importanza strategica. Gli spazi - in un periodo di chiusure imposte - torneranno così ad essere utilizzati per un obiettivo di massima importanza per tutti i cittadini. Ringrazio per la collaborazione e lo spirito di squadra dimostrato da tutte le realtà in campo. L'Amministrazione comunale c'è e continuerà a fare la sua parte per contribuire a combattere il virus". "Siamo felici e soddisfatti di mettere al servizio - a titolo gratuito - di tutta la cittadinanza ferrarese i padiglioni della fiera per contribuire ad affrontare l'emergenza pandemica, sperando che il passaggio delle vaccinazioni porti in tempi rapidi a chiudere questo capitolo drammatico della storia - dice il presidente Moretti - . E' grande l'impegno e il lavoro che stiamo mettendo in campo. Tutto ciò, unito alla scelta di concedere in forma gratuita gli spazi, sono il segno concreto di un contributo fattivo che vogliamo dare per affrontare questa sfida epocale. Per la prima volta alla fiera si allestirà un gigantesco ‘ambulatorio' medico. L'obiettivo che ci siamo dati è di massima importanza e lo stiamo affrontando mettendo a sistema tante competenze. Con l'Amministrazione comunale, fin dall'inizio, la collaborazione è stata massima e ringrazio tutti per l'apporto che stanno fornendo". Grande soddisfazione anche da parte della direzione dell'Azienda USL di Ferrara "per la collaborazione da parte di tutti gli interlocutori. Sicuramente il lavoro di squadra e le diverse competenze che si stanno mettendo in campo permetteranno di agevolare notevolmente la realizzazione degli spazi necessari per riuscire a svolgere la campagna di vaccinazione rivolta alla popolazione. Sono numeri importanti che necessitano di una organizzazione estremamente importante sia da un punto di vista logistico, che sanitario, e per la città di Ferrara, la scelta della struttura della Fiera è sicuramente funzionale anche per gli stessi cittadini".
(Ferrara Rinasce)