Comune di Ferrara

lunedì, 01 marzo 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Mostre, a Ferrara riapre Ligabue, già 467 prenotazioni. Sindaco: "numeri importanti che confermano interesse e attrattività"

Mostre, a Ferrara riapre Ligabue, già 467 prenotazioni. Sindaco: "numeri importanti che confermano interesse e attrattività"

01-02-2021 / Punti di vista

MOSTRE, A FERRARA RIAPRE LIGABUE, GIÀ 467 PRENOTAZIONI (IN CRESCITA). IL SINDACO: "NUMERI IMPORTANTI CHE CONFERMANO INTERESSE E ATTRATTIVITÀ". PREMIO AI 'PRIMI ARRIVATI'

Alle 14 di oggi sono già 467 le prenotazioni (tra online e biglietteria) per la mostra "Antonio Ligabue. Una vita d'artista", a Palazzo dei Diamanti, a Ferrara. Cifre in costante crescita: solo in mattinata sono arrivate oltre 100 nuove prenotazioni (erano 360 all'apertura della biglietteria). "Numeri importanti, che confermano l'interesse e l'alta attrattività della mostra di un grande artista, con due curatori d'eccezione come Vittorio Sgarbi e Marzio Dall'Acqua e la capacità, nei mesi di chiusura, di tenere alti il livello di attenzione,  la curiosità per questa antologica, per le sue 107 opere e la voglia di scoprire Ferrara - dice il sindaco Alan Fabbri -.   " 'Antonio Ligabue, una vita d'artista' si conferma un tassello straordinario dell'offerta culturale ferrarese e nazionale. Con grande rammarico abbiamo vissuto una chiusura imposta e prolungata e ora viviamo questo momento con speranza e fiducia", aggiunge il primo cittadino ringraziando e dando il benvenuto a tutti coloro che hanno visitato e visiteranno la mostra. "Palazzo Diamanti è un luogo sicuro, che adotta rigorosi protocolli sanitari. Ci sono tutte le condizioni per regalarsi una visita in sicurezza. Ringrazio Ferrara Arte, il personale addetto e i collaboratori per il loro lavoro e per il particolare impegno che stanno mettendo in campo", dice il primo cittadino.   Questa mattina Comune e Ferrara Arte hanno voluto omaggiare - con un catalogo della mostra e un poster (per tutti disponibili al bookshop di Palazzo Diamanti) - i primi visitatori, pronti a visitare l'antologica alle 10,30: si tratta dei coniugi Tiziana Bodecchi e Corrado Barozzi, da Baiso (Reggio Emilia). "E' stata una grandissima emozione tornare a organizzare una trasferta per venire a Ferrara a vedere Ligabue - hanno detto -. Un artista che ha un'energia straordinaria e che ci ha sempre appassionato. E' un momento molto bello, che non avremmo mai immaginato di vivere qualche tempo fa, di grandissimo valore per noi. Torniamo a godere di una mostra. Quello che sta accadendo ci ha fatto capire il valore di certe attività, di certi piaceri, dell'arte, il gusto di fruire del bello. Valori che forse si sono dati un po' per scontati.  A loro e a tutti i visitatori il sindaco Fabbri ha espresso il proprio "benvenuto e il più sentito ringraziamento per aver scelto Ferrara".      "Veniamo dalla stessa provincia in cui ha vissuto Ligabue, reggiano d'adozione, noi siamo dell'Appennino, lui stava nella bassa - hanno raccontato i coniugi in visita -. E' un autore che ci ha sempre appassionato. Pensiamo si tratti di un grandissimo artista, purtroppo a lungo non considerato dalla critica. Il suo impeto, la sua forza hanno un fascino straordinario". La mostra - hanno spiegato - è stata anche l'occasione per vivere la città.  "Ne approfittiamo per una visita nel magnifico centro storico di Ferrara, città che amiamo e che conosciamo, ma ci sono sempre nuovi percorsi da scoprire". L'occasione anche per ritrovare la cucina, vista la riapertura dei ristoranti: "Non può mancare una tappa gastronomica. Scegliamo pasticcio di maccheroni e salama da sugo, due grandi classici sempre speciali". 

Per prenotare una visita alla mostra: https://ferraraarteonline.tm.vivaticket.com/biglietteria/listaEventiPub.do?idOwner=8008&tipoPagina=1&codice=ligabue    Gli ingressi sono contingentati e prevedono un massimo di 5 accessi ogni 15 minuti (8 nei casi in cui sia presente una guida turistica).

Immagini scaricabili:

AttesaDiamantiLigabue.jpg Tiziana Bodecchi Corrado Barozzi.jpg