Comune di Ferrara

domenica, 28 febbraio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > 16 stage in azienda per giovani che non studiano nè lavorano, al via il bando: "Opportunità in un terzo dei casi". Assessore: "Occasione in tempi difficili"

16 stage in azienda per giovani che non studiano nè lavorano, al via il bando: "Opportunità in un terzo dei casi". Assessore: "Occasione in tempi difficili"

02-02-2021 / Punti di vista

16 STAGE IN AZIENDA PER GIOVANI CHE NON STUDIANO NE' LAVORANO, AL VIA IL BANDO: "OPPORTUNITA' IN UN TERZO DEI CASI". ASSESSORE: "OCCASIONE IN TEMPI DIFFICILI"

Sedici opportunità lavorative per altrettanti ragazzi che non studiano né lavorano. Il Comune di Ferrara conferma le iniziative per il contrasto al fenomeno Neet, ossia la rassegnazione di chi non ha, né cerca, un impiego e non frequenta una scuola né un corso di formazione o di aggiornamento professionale. Scade l'11 febbraio il nuovo bando "Futuro possibile", promosso dall''Unità Operative Nuove generazioni' che darà l'occasione a ragazzi della fascia 19-28 anni di fare esperienza lavorativa di due mesi in un'azienda del territorio e consentirà loro di accedere a un percorso definito ‘Job club' composto da sette incontri con uno psicologo motivazionale, tre sulle tecniche di stesura di un curriculum vitae, sulle modalità di presentazione, sull'incontro tra domanda e offerta di lavoro. E' possibile presentare le richieste al link: www.informagiovani.fe.it.
"Nel corso degli anni circa un terzo dei ragazzi che sono stati inseriti nel percorso è stato assunto, ha ottenuto una proroga dell'incarico o, ancora, ha avuto la possibilità di accedere a tirocini o stage", dicono dall'Informagiovani del Comune. L'iniziativa da 8 anni è sviluppata in collaborazione con la "Città del ragazzo", che partecipa alla commissione di selezione dei giovani da inserire nel progetto (composta anche da un delegato del Comune e da uno psicologo motivazionale) e si occupa di incontrare la disponibilità delle imprese, inserendo i ragazzi nel percorso occupazionale e seguendoli passo passo nel corso dei due mesi in azienda, anche mettendo loro a disposizione dei tutor. L'iniziativa viene realizzata con i fondi del "Piano di zona", nell'ambito della programmazione socio-sanitaria dell'area adolescenti e ragazzi. I 16 giovani selezionati sono quindi individuati nell'area del distretto sanitario centro-nord, tra Ferrara e i comuni del Copparese. "Una bella opportunità per ragazzi che non studiano né lavorano, resa ancora più significativa in un periodo di crisi, che sta impattando in maniera drammatica sul lavoro e sul futuro - dice l'assessore Micol Guerrini -. Grazie all'Unità operativa Nuove Generazioni, all'Informagiovani, alla città del ragazzo, alle aziende che aderiscono e alla rete di genitori e docenti che ci aiutano a individuare le situazioni che necessitano della maggiore attenzione, per far ritrovare a tanti ragazzi la fiducia nel futuro".

(Ferrara Rinasce)