Comune di Ferrara

lunedì, 01 marzo 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Covid, a Ferrara già riaperte 3 mostre, con due nuove esposizioni. Gulinelli: "Lavoro costante per tenere viva e ampliare l'offerta culturale". Presto nuovi appuntamenti

Covid, a Ferrara già riaperte 3 mostre, con due nuove esposizioni. Gulinelli: "Lavoro costante per tenere viva e ampliare l'offerta culturale". Presto nuovi appuntamenti

11-02-2021 / Punti di vista

COVID, A FERRARA GIÀ RIAPERTE 3 MOSTRE, CON DUE NUOVE ESPOSIZIONI. GULINELLI: "LAVORO COSTANTE PER TENERE VIVA E AMPLIARE L'OFFERTA CULTURALE". PRESTO NUOVI APPUNTAMENTI

Ferrara, 11 feb - Dalla mostra di Antonio Ligabue a Palazzo dei Diamanti alla riapertura di palazzo Schifanoia (salone dei Mesi) col nuovo impianto di illuminazione, dalla monografica di Italo Zannier (fotografo, docente, intellettuale e primo titolare di una cattedra di Storia della fotografia in Italia), al Padiglione di Arte contemporanea, alla mostra dedicata a Giovanni Boldini - a 90 anni dalla morte - al Castello Estense. E poi il nuovo allestimento del museo della Cattedrale, con la Madonna della Melagrana nell'ex sagrestia della chiesa di San Romano. Le riaperture dei musei e delle mostre in zona gialla, attive dal primo febbraio, a Ferrara regalano diverse novità a pubblico, visitatori e turisti. Dal primo giorno in cui è stato possibile riattivare le biglietterie l'antologica di Ligabue, con le sue 107 opere, ha immediatamente riaperto e nel corso di poco più di una settimana ha registrato quasi 1.500 presenze. Inoltre sono state presentate due nuove mostre (Boldini, Zannier) e il nuovo allestimento per la Madonna della Melagrana, opera di Jacopo della Quercia, lo scultore che ispirò Michelangelo. Ritorno alla (quasi) normalità, poi, per San Cristoforo alla Certosa, Casa Ariosto, Civico Lapidario, tornati a disposizione dei visitatori. "Sono tante le mostre a disposizione del pubblico, con grandi novità - spiega Marco Gulinelli, assessore alla cultura -. E per il futuro stiamo lavorando a diversi altri progetti. Tra qualche settimana presenteremo l'allestimento della nuova ala Quattrocentesca di Schifanoia con un percorso museale inedito. A breve, inoltre, a Palazzina Marfisa d'Este inaugureremo la nuova mostra di Koporossy, celebre fotografo dell'acqua. Al Castello si sta lavorando per la nuova mostra dedicata a Giovanni Battista Crema, contemporaneamente continuiamo a lavorare a Palazzo Massari, casa della cultura ferrarese moderna e contemporanea, per il ripristino post sisma. Siamo inoltre in costante contatto con Enrica Fico Antonioni per individuare, insieme, la collocazione del nuovo museo Antonioni. Ferrara città del cinema vuole finalmente onorare il ricordo del suo regista e la sua straordinaria grandezza".

 

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili: