Comune di Ferrara

lunedì, 01 marzo 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Via Vecchie, completata la ripavimentazione in ciottoli. Sindaco e assessore: "realizzata da autentici artisti, attingendo da un sapere antico"

Via Vecchie, completata la ripavimentazione in ciottoli. Sindaco e assessore: "realizzata da autentici artisti, attingendo da un sapere antico"

12-02-2021 / Punti di vista

VIA VECCHIE, COMPLETATO INTERVENTO. TORNANO CIOTTOLI, DISPOSTI A MANO, AL POSTO DELL'ASFALTO. SINDACO E ASSESSORE: "REALIZZATA DA AUTENTICI ARTISTI, ATTINGENDO DA UN SAPERE ANTICO"

Torna l'originario acciottolato in via Vecchie, l'antica strada che costeggia l'abitazione natale del pittore Giovanni Boldini, di cui si sta celebrando il 90esimo dalla morte (anche con una mostra in Castello inaugurata questa settimana).  
Per circa due settimane i, cosiddetti, selcini - operai specializzati - hanno lavorato alla rimozione dell'asfalto e alla messa in posa, a mano,  delle pietre nella porzione finale della via.
L'intervento ha consentito di uniformare la pavimentazione, riportandola interamente alla sua fattezza originaria.  I lavori sono stati realizzati dall'impresa Zambelli e sono ricompresi nell'ammontare complessivo (225mila euro) dell'appalto per le manutenzioni delle pavimentazioni lapidee del centro storico. Attualmente la parte al centro dei lavori conserva uno strato di sabbia protettivo - che ha funzione di stabilizzazione - che presto lascerà il posto alla vista della nuova pavimentazione, con i ciottoli a vista. Nel corso dei lavori è inoltre stato rifatto anche parte del marciapiede, dal lato dei civici pari, con l'utilizzo di masegni di trachite, termine in uso all'epoca della Repubblica di Venezia per indicare i blocchi di pietra. Questo tipo di pavimentazione è infatti  già presente su un lato della via ed è coerente col contesto originario. "Vogliamo che l'attenzione alle manutenzioni sia sempre più puntuale, come questo intervento dimostra", dice il sindaco Alan Fabbri, ringraziando "gli operai che hanno lavorato con arte".  "Restituiamo oggi ai cittadini e ai turisti questa via dal grande fascino, ricostruita attingendo a un sapere antico", dice il primo cittadino.
"Rendiamo omaggio ad abili operai che con arte dispongono i  ciottoli  sul terreno,  seguendo le linee della strada, sedendo su un sgabello con una sola gamba al centro e battendo i  ciottoli uno ad uno con il manico del martello per appiattirli, indietreggiando un poco alla volta", spiega l'assessore Andrea Maggi, che ha seguito, anche in corso di realizzazione, le diverse fasi dei lavori. Pare che la via abbia questo nome perché vi si affacciavano le abitazioni delle ultime anziane dame della casata degli Estensi.

Immagini scaricabili:

ViaVecchie e casa Boldini.jpg ViaVecchie e casa Boldini 2