Comune di Ferrara

giovedì, 25 febbraio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Sanità Ferrara, Fabbri in Commissione vaccini: "L'obiettivo resta l'unificazione delle Aziende e l'eccellenza dei servizi"

Sanità Ferrara, Fabbri in Commissione vaccini: "L'obiettivo resta l'unificazione delle Aziende e l'eccellenza dei servizi"

16-02-2021 / Punti di vista

SANITA' FERRARA, FABBRI IN COMMISSIONE VACCINI: "SFORZO COMUNE E RISULTATI NONOSTANTE LA PANDEMIA. L'OBIETTIVO RESTA L'UNIFICAZIONE DELLE AZIENDE E L'ECCELLENZA DEI SERVIZI"

"Nonostante il periodo complicato che stiamo vivendo ormai da un anno e che ha stravolto il sistema sanitario a livello nazionale, la situazione a Ferrara, in materia di sanità, per quello che riguarda la comunicazione e la predisposizione all'ascolto è molto migliorata. E' evidente che sia la direttrice generale dell'Azienda Ospedaliera, Paola Bardasi, che la direttrice generale dell'Azienda Ausl, Monica Calamai, stanno lavorando bene e sono evidenti gli sforzi di collaborare tra le due strutture (Ausl e Azienda Ospedaliera), sia per quanto riguarda le risposte ai pazienti che nella gestione del personale. Attraverso la Ctss, io come presidente insieme a tutti i sindaci del territorio, abbiamo cercato di monitorare la situazione del Covid con incontri settimanali, ogni giovedì pomeriggio, per fare il punto insieme alla dirigenza, senza mai dimenticare la mission che ci siamo dati in modo unanime e in accordo anche con il presidente della Regione Stefano Bonaccini, che è l'unificazione delle due aziende per una migliore gestione di tutti i processi". Così, Alan Fabbri, sindaco di Ferrara e presidente della Ctss è intervenuto oggi durante la IV Commissione consiliare dedicata al tema Vaccini. "Come abbiamo sempre sostenuto la doppia gestione implica differenze contrattuali e di organizzazione, che indeboliscono la risposta delle strutture e le rendono meno attrattive per il personale medico. Sono un sostenitore dell'autonomia e del federalismo e rispetto il fatto che ogni Regione e ogni realtà sanitaria cerchi di fare il meglio e di offrire a pazienti e personale le condizioni migliori. Quello che stiamo chiedendo a gran voce e che, e che durante la recente seduta di Ctss anche la dottoressa Calamai ha garantito, è che sul tema dell'emergenza si lavori uniti per migliorare il sistema, per gestire le difficoltà che ci sono in particolare al Pronto Soccorso, considerando sempre oltre a Cona anche le altre realtà ospedaliere del territorio in modo unitario", prosegue Fabbri.

"In questo periodo abbiamo ricevuto dai cittadini e dai medici sollecitazioni importanti, sia per quanto riguarda i tempi di attesa sia per il numero ridotto di personale sanitario impiegato con le conseguenze che comporta. Non va però dimenticato che il tema del Pronto Soccorso di Cona e delle sue difficoltà non nasce oggi ma esiste da anni e che quindi si tratta di una questione complessa da affrontare e risolvere. Quella che dobbiamo vincere è una sfida condivisa che ci deve vedere uniti nello sforzo comune di portare la sanità ferrarese a diventare una vera eccellenza - conclude il presidente della Ctss-. L'obiettivo è rendere Ferrara, per i pazienti e per il personale medico che ci lavora, una prima scelta in ambito sanitario. Il Veneto è, in questo senso, un concorrente accanito, ma siamo certi che si sta lavorando in un'ottica di miglioramento dei servizi che porterà a risultati tangibili".

 

(Comunicazione Sindaco)