Comune di Ferrara

sabato, 25 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Il Teatro Nucleo festeggia la 'Giornata Mondiale del Teatro' e apre virtualmente i propri spazi

Il Teatro Nucleo festeggia la 'Giornata Mondiale del Teatro' e apre virtualmente i propri spazi

26-03-2021 / A parer mio

Si è conclusa la prima parte della stagione Le Magnifiche Utopie di Teatro Nucleo con la webserie completa "Album di Famiglia". Il lavoro nella Casa Circondariale C. Satta prosegue e raccogliamo domande e curiosità del pubblico.

Il terzo e ultimo appuntamento della prima parte della stagione Le Magnifiche Utopie è arrivato al suo Epilogo: così si intitola l'episodio di chiusura della web serie Album di Famiglia. Il progetto, incentrato sul tema "Padri e figli" individuato dal Coordinamento Teatro Carcere Emilia Romagna, esplora con rielaborazioni biografiche dei detenuti-attori l'eredità familiare, la colpa e il perdono, a partire dalle riscritture contemporanee di Amleto. I dieci corti video-teatrali, trasmessi in diretta sulla pagina Facebook di Teatro Nucleo dal 14 gennaio al 18 marzo, sono adesso disponibili sul canale YouTube ed è possibile inviare commenti, curiosità e domande all'indirizzo email albumdifamiglia.teatronucleo@gmail.com. I feedback raccolti saranno spunti di riflessione per il proseguimento del laboratorio teatrale all'interno della Casa Circondariale di Ferrara C. Satta.

L'apertura di uno spazio virtuale in cui scambiare osservazioni sulla web serie appena conclusa, permette a Teatro Nucleo di festeggiare la Giornata Mondiale del Teatro - sabato 27 marzo -all'insegna dello spazio aperto, cuore pulsante del lavoro pluriennale della Compagnia. Celebrare il teatro come luogo dell'aperto, anche in questo momento di chiusura, mette al centro l'importanza dello slancio verso nuove progettualità e la necessità di prendersi cura dell'incontro con il pubblico, in qualsiasi forma possibile. Il teatro non ha mai chiuso e le sue luci non sono mai state spente, e se oggi Teatro Nucleo non può festeggiare nelle piazze e nelle strade, continua a lavorare quotidianamente a nuove produzioni, progetti europei, nazionali, regionali e locali. La Compagnia aprirà virtualmente le porte sul lavoro quotidiano del teatro, ogni sabato nella rubrica #unteatrosempreaperto, sulla pagina Facebook di Teatro Nucleo.

Le Magnifiche Utopie di Teatro Nucleo

Le Magnifiche Utopie è il nome che Teatro Nucleo, a partire dalla prima metà degli anni Ottanta, ha dato alla propria progettualità inerente al teatro negli spazi aperti. "Aperti" sono tutti quegli spazi fisici e spirituali, privati o istituzionali, emotivi e immaginari che sentono la necessità di aprirsi alla bellezza, alla poesia, all'arte e quindi al teatro: non solo le piazze, le strade o i luoghi pubblici. Tutti quei "luoghi" che hanno urgenza di trasformarsi in qualcosa di ancora irrealizzato, e trovano con il teatro la strada per farlo.
La prima parte della stagione, è stata pensata e organizzata da Teatro Nucleo per prendersi cura degli spettatori e del teatro Julio Cortàzar, continuando a tenerlo idealmente aperto anche durante l'impossibilità di percorrerne materialmente gli spazi. Dopo l'apertura del 25 novembre 2020 con la trasposizione video di Kashimashi di e con Natasha Czertok, è proseguita il 19 dicembre 2020 con Chenditrì, spettacolo per ragazzi di Teatro Nucleo dedicato ai temi dell'ecologia e della biodiversità e con il dialogo con Fabio Fioravanti e Natasha Czertok del 29 dicembre. La web serie di Teatro Carcere Album di Famiglia, trasmessa dal 14 gennaio al 18 marzo sulla pagina Facebook di Teatro Nucleo, è il terzo appuntamento della prima parte della stagione, che il 17 febbraio ha ospitato l'incontro interattivo Le Magnifiche Utopie in Dialogo, dedicato alla necessità del teatro in carcere anche ai tempi del Covid-19.

Il percorso proseguirà con la seconda parte secondo modalità di fruizione - in presenza o in altre forme - di volta in volta definite e comunicate in base alle disposizioni vigenti.

«Ci piacerebbe che la parola chiusura potesse essere sostituita dalla parola cura.
È necessaria la "cura" per superare una crisi. Per quel che possiamo, vogliamo continuare ad avere cura del nostro lavoro, del nostro teatro, tenendolo aperto e rendendolo un luogo in cui sentirsi sicuri, trovare nuovi riferimenti capaci di rafforzare il senso d'appartenenza ad una comunità, favorire l'incontro».

Perché il Teatro è la Polis e la polis è aperta, in continua trasformazione, e avanza sempre come la vita.

Per informazioni su Teatro Nucleo: https://www.teatronucleo.org/
Per informazioni sulla stagione teatrale Le Magnifiche Utopie: https://www.teatronucleo.org/wp/stagione-le-magnifiche-utopie/
Per vedere la webserie Album di Famiglia https://www.youtube.com/playlist?list=PLfMo47YL8DeWLfNk7ykKTz0Q6BI4vetX_

Ufficio Stampa Francesca Tisano | mob 3203458953 | mail ufficiostampa.teatronucleo@gmail.com + donnoli.maria@gmail.com

 

Immagini scaricabili: