Comune di Ferrara

sabato, 15 maggio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > COVID E ATTIVITA' SPORTIVA, ASSESSORE MAGGI: "IMPERATIVO APRIRE IN SICUREZZA"

COVID E ATTIVITA' SPORTIVA, ASSESSORE MAGGI: "IMPERATIVO APRIRE IN SICUREZZA"

16-04-2021 / Punti di vista

Oggi c'è fame di lavoro in una situazione produttiva e psicologica che non è più sostenibile. Tutte le attività devono poter riprendere a lavorare. Comprese le palestre e ogni altra struttura sportiva, siano esse all'aperto o al chiuso: devono cioè essere stabiliti protocolli il cui rispetto stringente potrà consentirci di tornare ad un livello di vita accettabile.

Da più di un anno, infatti, stiamo assistendo ad incongruenze evidenti, oggi addirittura paradossali: perché i negozi che vendono scarpe per bambini dovrebbero essere meno rischiosi di quelli che vendono lo stesso articolo per adulti? O perché andare a vedere una partita allo stadio dovrebbe essere più sicuro che disputare una partitella all'aperto tra dilettanti con un numero decisamente inferiore di spettatori? O perché frequentare una palestra o una piscina in sicurezza debba essere più pericoloso che andare a fare spesa?

Al di là di una mera considerazione economica, inoltre, non possiamo ignorare che è scientificamente provato che, a tutte le età, l'attività fisica e motoria aumenta le difese immunitarie e contribuisce a superare anche eventuali disagi e problemi psicologici provocati da uno stato di chiusura quasi totale così prolungato quale questo in cui stiamo vivendo.
Mens sana in corpore sano: sin dall'antichità è noto che lo sport è vita e salute. Quindi, riapriamo piscine e palestre, dove far svolgere a ragazzi e adulti un'attività che, pur nelle limitazioni, ci possa anche garantire quel minimo di socialità che è insita in noi tutti, perché, come disse Aristotele, "l'uomo è un animale sociale".

Il mondo dello sport è in ginocchio: se non riapriamo, molte attività rischiano davvero di chiudere, generando uno scenario in cui alle difficoltà si aggiungeranno altre difficoltà. La strada per tornare alla normalità è tracciata: quindi avanti con i vaccini e con il rispetto dei protocolli. E l'estate ci darà sicuramente una mano ad aprire tutte le strutture, commerciali e sportive.
In questo caso, contrariamente allo spirito olimpico, l'importante non è partecipare alla corsa per battere in tempi rapidi il Covid, ma è vincere e trovare la strada migliore che ci consenta una normalità, anche se differente da quella conosciuta fino a poco tempo fa.

Andrea Maggi

Assessore allo Sport del Comune di Ferrara