Comune di Ferrara

sabato, 25 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > 2,3 MILIONI DI SPETTATORI PER LA PUNTATA FERRARESE DI LINEA VERDE LIFE

2,3 MILIONI DI SPETTATORI PER LA PUNTATA FERRARESE DI LINEA VERDE LIFE

24-05-2021 / Punti di vista

2,3 MILIONI DI SPETTATORI PER LA PUNTATA FERRARESE DI LINEA VERDE LIFE

Ferrara, 24 mag - E' di 2 milioni e 294 mila telespettatori il dato degli ascolti tv della puntata ferrarese di Linea Verde Life, trasmessa da Rai1 sabato e ancora online sul circuito Raiplay.
Lo comunica la stessa Rai sul proprio sito internet (questo il link https://www.rai.it/ufficiostampa/assets/template/us-articolo.html?ssiPath=/articoli/2021/05/Ascolti-tv-di-sabato-22-maggio-64ecfc81-dd25-4439-9cd8-0f3d8d39b5cd-ssi.html).
Lo share (la quota degli spettatori sul totale) ha sfiorato il 17%.
"Sono felice e molto soddisfatto: tantissime persone hanno potuto conoscere e apprezzare la bellezza del nostro territorio e i tanti progetti in cantiere - dice il sindaco Alan Fabbri -. Grazie alla Rai e alle tante realtà locali che hanno collaborato alla realizzazione di questa bella e interessante puntata. Nel contesto dei temi centrali della trasmissione - che ha approfondito molti aspetti legati alla tutela dell'ambiente, all'economia circolare, allo sviluppo sostenibile - per Ferrara è stata l'occasione anche per rilanciare il marchio di 'città della bicicletta' e alcuni progetti molto qualificanti che stiamo portando avanti, come Air Break, finanziato con circa 4milioni di euro dall'Europa, che ha come obiettivo la riduzione, fino al 25% in tre anni, dell'inquinamento nelle aree del territorio più sofferenti dal punto di vista ambientale".
Dopo una preview dal Giardino degli Aranci del Castello i conduttori Daniela Ferolla e Marcello Masi hanno presentato "la città della bicicletta con le sue - stimate - 250mila" due ruote. Da qui la storia di Ricicletta, con "le oltre mille donazioni di biciclette negli ultimi cinque anni" e il recupero dei mezzi in cattive condizioni, realizzato col contributo di persone a rischio di esclusione sociale. Poi a Goro per raccontare la produzione delle vongole - "dal 30 al 40% di quella nazionale" -, il progetto dell'ateneo per il riutilizzo dei materiali di scarto della pesca, il sistema di monitoraggio dell'acqua messo a punto da Unife. A seguire sulle mura per parlare di Air Break, il progetto europeo che il Comune di Ferrara si è aggiudicato, il piano contestuale di messa a dimora di oltre duemila piante, tra cui i 'bagolari', capaci anche di trattenere le polveri sottili nella parte rugosa delle foglie. Le telecamere Rai hanno anche raccontato la storia di Paolo Bruschi, manager e imprenditore che sta credendo nelle potenzialità del bambù e sta creando un bambuseto alla porte della città. Obiettivo: arrivare a 180mila piante, utili per i germogli - "ricchissimi di fibra, una manna per l'organismo" - per il legno, ma soprattutto per la capacità che queste piante hanno di assorbire la Co2. Un autentico polmone verde all'ingresso di Ferrara, tra via Pontegradella e via Caretti. Il viaggio nel territorio ha toccato inoltre il labirinto naturale di Palazzo Costabili, tra i più noti al mondo, Comacchio, i suoi scenari d'acqua e l'attore dialettale Michele Mezzogori, Tresigallo, "la città metafisica, la capitale dell'architettura razionalista italiana". Poi di nuovo sul Delta per raccontare l'attività quotidiana dei carabinieri impegnati nel contrasto del bracconaggio ittico ("ridotto del 60-70 per cento", ha detto il tenente colonnello Stefano Testa). Ancora, le telecamere hanno fatto visita alla fabbrica dei manichini realizzati con materiale ecosostenibile di Andrea Bonaveri, a Reno Centese; quindi a Voghiera per presentare il caratteristico aglio nero,con i suoi "spicchi del colore della pece e il loro aroma delicato". E nuovamente in città, al Brindisi, "locale di circa 600 anni frequentato, tra gli altri, anche dall'Ariosto", per degustare un bicchiere di vino. La gastronomia è finita al centro di un nuovo tour cittadino, che ha toccato il 'Take it easy', dove i conduttori hanno degustato il tradizionale pasticcio, anche nella versione 'moderna', con impasto fritto, il locale Zazie, con la sua cucina del benessere a base di prodotti locali. Gusto anche all'ombra del Castello con i dolci della pasticceria del "Duca". La chiusura è stata dedicata al Teatro Abbado, con il direttore artistico Marcello Corvino e l'accompagnamento delle comparse del Palio, che quest'anno, dopo la sospensione Covid, tornerà il 19 settembre, mentre il 15 luglio l'attesa è per lo spettacolo al Gad dedicato a Dante. "Ferrara è una scoperta continua - hanno detto i conduttori -. fatta di tradizione e bellezza. E tanta voglia di tornare a vivere come piace a noi".
La puntata è disponibile anche online all'indirizzo:

https://www.raiplay.it/video/2021/05/Linea-Verde-Life---Ferrara-d512eff2-68b6-41bf-82be-7111cae3bcb7.html?fbclid=IwAR3qxYg-5dBpVWLf0eYTxgXkckv72IX5r6FLXhlyy2sWJaeEaSvz5-cPQKw

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili: