Comune di Ferrara

giovedì, 23 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Fine settimana a Ferrara: oltre mille al castello, 1.400 alla mostra di Ligabue. Dal 15 maggio in 1.160 a Schifanoia

Fine settimana a Ferrara: oltre mille al castello, 1.400 alla mostra di Ligabue. Dal 15 maggio in 1.160 a Schifanoia

24-05-2021 / Punti di vista

FINE SETTIMANA A FERRARA, OLTRE MILLE AL CASTELLO, 1.400 ALLA MOSTRA DI LIGABUE. E DAL 15 MAGGIO IN 1.160 A SCHIFANOIA. SINDACO FABBRI: "SEGNALE MOLTO POSITIVO". ASSESSORE GULINELLI: "QUESTI NUMERI PREMIANO IL LAVORO DI MESI"

Ferrara, 24 maggio 2021 - Circa 1.400 presenze alla mostra "Antonio Ligabue. Una vita d'artista", a palazzo Diamanti. 1.086 accessi al Castello Estense, che dà anche la possibilità di ammirare le opere di Giovanni Boldini e Giovanni Battista Crema.    
Sono alcuni dei numeri relativi a turisti e visitatori nel fine settimana (venerdì 21 - domenica 23 maggio) a Ferrara, il primo fine settimana con il 'coprifuoco' spostato alle 23 e senza la prenotazione obbligatoria online per i musei cittadini.  E intanto è tempo di bilanci anche per la prima settimana dall'inaugurazione del Nuovo Museo Schifanoia: dal 15 maggio (apertura al pubblico) a ieri, domenica 23 maggio, 1.160 persone hanno già fatto visita al salone dei mesi e alla nuova ala espositiva Quattrocentesca aperta a nove anni dal sisma e visitata nei giorni scorsi anche dal ministro Dario Franceschini.  
Per il sindaco Alan Fabbri si tratta di "un segnale sicuramente molto positivo che premia il lavoro di chi, come noi, ha sempre creduto, con fiducia, in una ripresa possibile e di tanti lavoratori che stanno collaborando alla realizzazione di un programma ricco di iniziative culturali e non solo". Questi numeri - aggiunge Fabbri - "ci spronano a continuare con investimenti e lavoro per la valorizzazione della città e la promozione del marchio Ferrara, città di arte, cultura, gusto e patrimonio naturalistico".
"L'interesse per Ferrara e per la sua ricchissima offerta culturale è vivo ed è palpabile - dice l'assessore Marco Gulinelli -. I numeri premiano la scelta di aver investito sulla progettazione e sulla programmazione culturale della città. Una scelta che ha coinvolto tanti, che ringrazio, e che sta dando risultati, confortati dai dati.  Anche durante restrizioni e chiusure non abbiamo mai smesso di credere e progettare opportunità per la città, esposizioni per valorizzarne lo straordinario patrimonio artistico, occasioni per tornare a vivere Ferrara.  Ci aspetta un'estate ricca di eventi. La voglia di 'riscattare' oltre un anno di pandemia, tornando al piacere di vivere la città in libertà e sicurezza, è tanta".
Gulinelli ricorda che "oltre a Ligabue, Crema, Boldini" e al Nuovo Museo Schifanoia, a Ferrara ci sono altri tre allestimenti:  "La Fotografia 1839-2020" con lo storico e fotografo Italo Zannier, al Padiglione di Arte Contemporanea, "Claudio Koporossy. Invisibilia", firmata dal celebre fotografo dell'acqua, a Palazzina Marfisa d'Este. A ciò si aggiunge il nuovo allestimento del Museo della Cattedrale che, tra le altre cose, propone ai visitatori l'occasione di ammirare uno dei più grandi capolavori custoditi in città, la Madonna della melagrana di Jacopo della Quercia, con un suggestivo ed emozionante allestimento nell'ambiente dell'ex sagrestia della chiesa di San Romano. 

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili:

Fila Castello