Comune di Ferrara

domenica, 17 ottobre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Sabato 5 giugno prima visita al cantiere del Savonarola, ancora posti disponibili. Ass. Maggi: "occasione per vedere statua 'liberata' da infestanti"

Sabato 5 giugno prima visita al cantiere del Savonarola, ancora posti disponibili. Ass. Maggi: "occasione per vedere statua 'liberata' da infestanti"

03-06-2021 / Punti di vista

VISITA AL CANTIERE DEL SAVONAROLA, SABATO LA PRIMA. ANCORA POSTI DISPONIBILI. ASSESSORE MAGGI: "OCCASIONE PER VEDERE STATUA 'LIBERATA' DA INFESTANTI"

Ferrara, 3 giugno 2021 - Sarà questo sabato la prima visita al 'cantiere partecipato' per il restauro della statua di Girolamo Savonarola, uno dei monumenti simbolo di Ferrara, che si affaccia sul Castello Estense.    Ci sono ancora posti disponibili per la prima visita. Per prenotare è necessario scrivere una mail con la richiesta all'indirizzo: l.collini@edu.comune.fe.itSei i turni disponibili: alle 10, 11, 12, 14, 15, 16. Per ciascun turno è ammesso - sia per gli spazi ristretti sia per i contingentamenti anti-Covid - un numero massimo di 8 persone. Ogni persona deve essere munita del modulo di manleva per poter accedere al cantiere. Si raccomanda inoltre di munirsi di scarpe adatte. Il casco verrà fornito dall'Amministrazione ad inizio visita.  Intanto alcune prenotazioni stanno già arrivando anche per le altre due giornate di apertura disponibili, il 20 giugno e il 3 luglio.  "La visita al cantiere - spiega l'assessore Andrea Maggi, tra i promotori dell'iniziativa - consentirà di vedere i primi esiti di questo importante lavoro di restauro, reso possibile grazie alla donazione di un privato, Artibano Sivieri, titolare dell' Hostaria Savonarola, che ha finanziato, con lo strumento dell'Art Bonus, l'intero ammontare dei costi dei lavori, per oltre 21mila euro. Torna così l'occasione per ringraziarlo per quanto fatto e per questa importante donazione alla città". Maggi spiega inoltre che la visita consentirà di "apprezzare lo stato di avanzamento dei lavori, che stanno 'liberando' la statua e il basamento da muschi, licheni e piante infestanti, grazie a una innovativa tecnica, che prevede l'utilizzo di particolari enzimi per debellarli. Ad effettuare l'intervento è l'impresa specializzata Ottorino Nonfarmale. Gli esiti dei lavori - trattandosi di una tecnica innovativa - comporranno un autentico caso-studio a cui partecipano altre realtà: come Alga&Zyme Factory srl, spin off dell'Università di Ferrara e PMI innovativa nell'ambito ricerca e sviluppo di biotecnologie vegetali per la green economy, e le ricercatrici, che sono inoltre docenti presso il Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie di Unife.
(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili:

Cantiere Savonarola