Comune di Ferrara

giovedì, 23 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Avis Ferrara, Giornata mondiale del donatore di sangue. Coletti: "Vicini alle vostre attività, sempre pronti a sostenervi"

Avis Ferrara, Giornata mondiale del donatore di sangue. Coletti: "Vicini alle vostre attività, sempre pronti a sostenervi"

13-06-2021 / Punti di vista

L'intervento dell'assessore comunale alle Politiche Sociali Cristina Coletti in occasione della manifestazione organizzata domenica 13 giugno 2021 da Avis Ferrara al Parco Pareschi per la "Giornata mondiale del donatore di sangue".

Cari presidenti, cari donatori, autorità tutte, siamo anche quest'anno a celebrare un momento di sensibilizzazione fondamentale.

Domani, 14 giugno, ricorre la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, un momento che non deve essere solo una vuota formalità che cade una volta all'anno, ma deve essere ancor di più uno dei 365 giorni nel quale riflettere sull'importanza della cultura del dono.

Un aspetto che significa vita e per il quale mi sento di elogiare pubblicamente Avis e l'intera città di Ferrara. Il triste ricordo del 2020 è ancora vivo nella nostra mente, ma anche nei momenti più bui c'è sempre una luce di speranza. In questo caso la luce è stata l'avvicinamento ad Avis di nuovi donatori di sangue, che nell'anno della pandemia sono cresciuti in maniera sensibile.

Nelle difficoltà Ferrara ha sempre dimostrato di avere un grande spirito di altruismo e quello che sta accadendo con Avis è la prova tangibile che i nostri concittadini non sono presi dalla foga dal momento, ma agiscono con coscienza rimanendo nel tempo fedeli alla causa.

Il mio auspicio è di ritrovarsi un domani a celebrare numeri sempre maggiori perché il sangue è un elemento prezioso che fa davvero la differenza. Questo sarà possibile riprendendo quel filo interrotto dal Covid, che aveva visto una collaborazione sempre più stretta fra Avis e tanti soggetti del tessuto sociale della città, con l'obiettivo comune di intercettare nuovi possibili donatori, sensibilizzando in particolar modo i giovani.

Per questo va tutta la mia stima e riconoscenza ai presidenti Brugnati e Mazzini ma anche a tutti i volontari dell'associazione, la cui caparbietà è stata la chiave per arrivare a raggiungere traguardi così importanti.

La speranza è di esserci lasciati definitivamente alle spalle l'emergenza, in questa bellissima cornice del parco Pareschi, oggi, vogliamo dunque celebrare anche una giornata di rinascita.

L'invito è continuare sulla strada intrapresa e di tornare presto a fare in presenza tutte le attività che Avis non ha comunque interrotto nemmeno durante l'emergenza, stringendo ancora di più il proprio legame con la città.

Come Amministrazione comunale vi siamo vicini e siamo sempre pronti a sostenervi. Sappiamo gli sforzi che sono stati fatti nell'ultimo periodo, non li dimenticheremo e per questo vi siamo tanto grati.

Immagini scaricabili: