Comune di Ferrara

venerdì, 06 agosto 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "MUSICA PER NON DIMENTICARE" LA PANDEMIA, IL BLUESMAN FERRARESE FORMIGNANI VOCE DELL'EMILIA-ROMAGNA, IERI LA PRIMA DAL VIVO IN DARSENA: "CANTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIANO PER RACCONTARE LA RIPRESA E LA SPERANZA"

"MUSICA PER NON DIMENTICARE" LA PANDEMIA, IL BLUESMAN FERRARESE FORMIGNANI VOCE DELL'EMILIA-ROMAGNA, IERI LA PRIMA DAL VIVO IN DARSENA: "CANTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIANO PER RACCONTARE LA RIPRESA E LA SPERANZA"

22-06-2021 / Punti di vista

 "MUSICA PER NON DIMENTICARE" LA PANDEMIA, IL BLUESMAN FERRARESE FORMIGNANI VOCE DELL'EMILIA-ROMAGNA, IERI LA PRIMA DAL VIVO IN DARSENA: "CANTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIANO PER RACCONTARE LA RIPRESA E LA SPERANZA"

Ferrara, 22 giu - Il bluesman ferrarese Roberto Formignani, che ha firmato il brano dell'Emilia-Romagna nell'album "20 storie in musica da 20 regioni, per non dimenticare", ha suonato ieri sera in Darsena, per la prima volta dal vivo, il suo brano 'Ci sono volte', citato anche dal Ministero della cultura e dalla rappresentanza italiana della Commissione europea (qui il link: https://www.20storieinmusicapernondimenticare.it/2021/05/12/formignani-roberto/). L'occasione è stata la festa della musica, celebrata all'avvio della nuova edizione di "Un fiume di musica", la rassegna di tre mesi di musica sul fiume, con 21 appuntamenti, ingresso libero su prenotazione, annualmente promossa dalla Scuola di Musica Moderna di Ferrara. Il brano - selezionato nell'ambito di un progetto del dicastero per ricordare l'anno, e oltre, della pandemia - è dedicato proprio al tema del Covid, ed è cantato, per l'occasione, in italiano.
Qui il link al video della prima live: https://www.facebook.com/1466119764/videos/10226255287916385/
"E' la mia prima volta in italiano - ha spiegato Formignani - per tutta la vita ho cantato in inglese, il blues ha infatti accordi più 'duri' che hanno bisogno di un termine di frase con consonante. La vocale italiana, più dolce, ha invece bisogno di note sostenute e del bel canto del nostro Paese. Ma ho accettato la sfida: il brano è nato quasi naturalmente. Con una chitarra acustica ho scritto una canzone in 'maggiore', che trasmette positività. E' un messaggio di ottimismo dopo oltre un anno di grandi difficoltà e sofferenze. La musica ci ha accompagnato ed è stata, ancora una volta, fondamentale. Ed oggi la musica torna dal vivo, con il suo forte messaggio di speranza, di riscatto, di ripresa. Senza dimenticare quello che è stato".
"Questo virus maledetto che ha sconvolto tutti più che mai, prima o poi se ne andrà lontano e torneremo uniti più che mai": è uno dei passaggi del testo del brano proposto, nella sua inedita versione live, ieri. Con Formignani, voce e chitarra, sul palco c'erano: Gianandrea Pasquinelli (armonica a bocca), Roberto Morsiani, alla batteria, Alessandro Lapia al basso, Roberto Poltronieri alla chitarra acustica, Ambra Bianchi (coro e flauto).
Il pubblico presente per l'occasione (nel corso della serata Formignani e la sua band hanno proposto anche altre canzoni del loro repertorio blues) ha segnato il tutto esaurito.
Ad aprire l'evento è stato l'assessore Marco Gulinelli: "Formignani, col suo blues, ha saputo raccontare un tema drammatico con la forza e l'intensità che solo la musica può regalare. La sua canzone è stata scelta ed è piaciuta anche al ministero della Cultura. Così oggi possiamo vantare un ferrarese come arrangiatore, voce e chitarra del brano dedicato alla nostra regione. Questo dimostra, ancora una volta, l'eccellenza ferrarese e la qualità della sua musica e della scuola da lui fondata. I miei più vivi complimenti: sono felice che un luogo meraviglioso come la Darsena possa sancire questo risultato e questo momento".
"Un fiume di musica" torna giovedì, col Tango argentino dei Nuevo Tango.

 

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili: