Comune di Ferrara

martedì, 07 dicembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > LEGGE ANTI-SUICIDI. COMUNE FERRARA SIGLA INTESA CON ORDINE COMMERCIALISTI: "INSIEME PER SOSTEGNO A PICCOLI IMPRENDITORI TRAVOLTI DALLA CRISI"

LEGGE ANTI-SUICIDI. COMUNE FERRARA SIGLA INTESA CON ORDINE COMMERCIALISTI: "INSIEME PER SOSTEGNO A PICCOLI IMPRENDITORI TRAVOLTI DALLA CRISI"

30-06-2021 / Punti di vista

Ferrara, 30 giu - È conosciuta come legge anti-suicidi e dà la possibilità a piccoli imprenditori, artigiani, agricoltori, privati cittadini travolti dalla crisi di potersi liberare dai debiti, evitando così il rischio di finire nelle mani degli usurai. Da oggi il Comune di Ferrara, con l'ordine dei commercialisti, stringono una formale alleanza per il sostegno alle categorie cosiddette ‘non fallibili', ossia coloro che escono dalle categorie comprese nell'ordinamento fallimentare.

La legge di riferimento su cui si basa l'intesa sottoscritta oggi è dell'ottobre del 2012 e prevede che il piccolo imprenditore possa essere affiancato da professionisti in una procedura guidata che consente, ad esempio, il contatto con i creditori, la proposta di un piano di rientro graduale e percentuale. Da una recente modifica legislativa, inoltre, i sovraindebitati ma incapienti, per una volta nella vita, potranno essere liberati da tutto il debito, chiaramente in caso di sussistenza di particolari condizioni.

Il protocollo d'intesa è stato firmato questa mattina, alla presenza dell'assessore Matteo Fornasini e del presidente dell'ordine dei commercialisti di Ferrara Gianfranco Gadda.
Alla firma erano presenti anche il vicepresidente dell'ordine Riccardo Carrà e il direttore generale del Comune Sandro Mazzatorta.

L'organismo di professionisti che danno sostegno ai cittadini travolti dalla crisi si chiama Occ (Organismo di composizione della crisi da sovraindebitamento) e Ferrara vi partecipa insieme ai colleghi delle province romagnole. Con l'intesa siglata oggi a palazzo Municipale l'Amministrazione si impegna a supportare questa attività, sia con la comunicazione ai cittadini, sia con il proprio supporto logistico. Mazzatorta ha inoltre chiesto all'ordine la possibilità di poter coinvolgere alcuni professionisti iscritti per la formazione - attiva su piattaforma online - ai dipendenti del Comune.

Gadda ha spiegato che "in questi anni, nelle diverse province che aderiscono all'Occ, i colleghi si sono occupati di centinaia di casi, prevenendo situazioni fortemente critiche e di forte rischio per chi ne rimane coinvolto. Per questo è importante che si sappia che, anche nei momenti più difficili, si può accedere a questa possibilità: basta chiamare l'ordine, che attiverà subito un proprio iscritto per un colloquio preliminare. La possibilità di ottenere supporto istituzionale è quindi fondamentale e garantisce maggior diffusione della conoscenza di questo strumento anti-crisi e, non di rado, salva-vita". Gadda ha spiegato che il pool di commercialisti che a Ferrara è attivo nell'Organismo di composizione della crisi è composto da circa 40 professionisti. Carrà è uno di questi: "Il vantaggio di questa legge - dice - è liberare le persone dai debiti, per quel che riguarda la parte non pagata. Questa opportunità va conosciuta. La comunicazione è fondamentale perché se una grande azienda può presentare i libri in tribunale e affidarsi a un curatore, purtroppo i piccoli imprenditori, professionisti e famiglie rischiano di essere lasciati a sé, senza adeguate tutele. Noi siamo a disposizione per garantire loro adeguato supporto". "In un tessuto economico composto da piccole e medie imprese e di fronte alla crisi economica prodotta dalla pandemia, vogliamo offrire tutte le tutele e gli strumenti di supporto per affrontare un momento economico difficile e costruire un percorso di ripresa. Nessuno deve essere solo", ha detto Fornasini ringraziando i commercialisti per "aver messo la loro professionalità a servizio di una causa fondamentale".

Immagini scaricabili: