Comune di Ferrara

lunedì, 27 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Oltre 600 sculture, Assessore visita collezione Piva: "Lavoriamo a valorizzazione"

Oltre 600 sculture, Assessore visita collezione Piva: "Lavoriamo a valorizzazione"

28-08-2021 / Punti di vista

 

CIRCA 600 SCULTURE, PIÚ QUADRI, DISEGNI E SERIGRAFIE, ASSESSORE GULINELLI: "LAVORIAMO A VALORIZZAZIONE OPERA MARIO PIVA". E VISITA LA COLLEZIONE INTEGRALE DELL'AUTORE IN VIA CISTERNA DEL FOLLO. LA CURATRICE: "QUI C'È TUTTO IL SUO PERCORSO ARTISTICO"

Ferrara, 28 ago - "Lavoriamo alla valorizzazione delle opere di Mario Piva, pensiamo ad altre installazioni delle sue sculture in città". Così l'assessore Marco Gulinelli visitando oggi gli spazi di via Cisterna del Follo 39 dove sono custodite circa 600 sculture (in terra creta, legno, bronzo, marmo, ferro), oltre a quadri, disegni e serigrafie, a firma dell'imprenditore scultore - fondatore dell'impresa Stayer - scomparso nel 2019, a cui è stata intitolata una via proprio ieri. La strada che prende il nome dell'artista è posta alla 'confluenza' di via Emilio De Marchi e via Riccardo Nielsen, all'interno di una nuova urbanizzazione in zona via Ravenna.
Gulinelli, dopo aver preso parte ieri allo scoprimento della targa della nuova via, ha incontrato, questa mattina negli spazi espositivi, la nipote di Piva, Laura Rossi, curatrice della collezione, e i figli Pietro ed Erico Piva. "Questa collezione è la sintesi di una vita di lavoro artistico di Mario - ha detto Rossi - ed è in questi spazi dal 15 ottobre 2005. Qui si apprezza tutto il percorso, dal figurativo e dal cubismo al futurismo. Mario era un imprenditore con la passione dell'arte, che ha sempre lavorato con cura, costanza e meticolosità per creare le sue opere, qui racchiuse. I simboli che amava erano la sfera, per lui emblema della perfezione, il cavallo, simbolo della determinazione, da cui nasce anche il logo dell'azienda. I disegni qui esposti sono i suoi atti preparatori alla scultura". Alcune opere dell'autore hanno trovato collocazione sul territorio ferrarese: "Il Cavallo", opera di 2,60 metri realizzata in rame e posizionata nella rotonda fra via Kennedy e via Bologna, e "L'Abbraccio", scultura in rame di 4 metri, posizionata nel giardino di Palazzo Massari. All'ingresso dell'area espositiva di via Cisterna del Follo c'è inoltre il Padre Pio già collocato nella chiesa di Chiesuol del Fosso. Di Piva è anche il Cristo posto di fronte alla chiesa di Tresigallo. "Questo patrimonio di straordinaria ricchezza merita di essere riconosciuto e valorizzato adeguatamente - ha detto l'assessore Gulinelli -. Per questo, d'intesa con la famiglia, che ringrazio per la disponibilità, lavoriamo per trovare una giusta collocazione a una o più opere simbolo". E' inoltre nei progetti una mostra tematica, che riprenda i diversi soggetti ritratti da Piva. "Daremo il nostro sostegno alle iniziative di promozione di questa importante e imponente collezione - ha detto Gulinelli -, per il pregio e la qualità di queste opere e in coerenza con le nostre linee di mandato, che prevedono di valorizzare, sostenere e promuovere la cultura locale e gli autori ferraresi".

 

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili: