Comune di Ferrara

giovedì, 23 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Il promoter di Bruce Springsteen visita la Scuola di musica di Ferrara: "pronto a incontrare gli studenti"

Il promoter di Bruce Springsteen visita la Scuola di musica di Ferrara: "pronto a incontrare gli studenti"

03-09-2021 / Punti di vista

IL PROMOTER DI BRUCE SPRINGSTEEN VISITA LA SCUOLA DI MUSICA DI FERRARA: "PRONTO A INCONTRARE GLI STUDENTI"

Ferrara, 3 settembre 2021 - Parole di "grande apprezzamento" per la Scuola di musica moderna di Ferrara e la disponibilità a collaborare per incontrare i ragazzi e portare loro l'esperienza di oltre 30 anni nel mondo della musica internazionale. Claudio Trotta, promoter italiano, tra gli altri, di Bruce Springsteen, di Ben Harper, degli AC/DC e di decine di altri artisti della scena mondiale, ieri sera, insieme all'assessore Marco Gulinelli, ha fatto visita alla Scuola di Musica Moderna di Ferrara, col direttore Roberto Formignani.
Trotta è e sarà in città qualche giorno per il Comfort Festival (nuovo format al via da questo pomeriggio con 30 artisti per oltre 16 ore di musica per la prima volta ospitato al Parco Urbano), e ieri sera ha partecipato a "Un fiume di musica", il ciclo di appuntamenti di musica live con ristorazione - che quest'anno supererà le 20 date - nella cornice della Darsena.
Nel corso della serata Formignani ha condotto il promoter in visita alla vicina Scuola di musica moderna, al primo piano di palazzo Savonuzzi. E' stata l'occasione per parlare di musica, del futuro del settore spettacoli, ma anche per rivivere ricordi di concerti storici  davanti ad alcuni dei cimeli conservati tra aule e corridoi, come il quadro con la firma autentica di Miles Davis, l'immagine di Jimi Hendrix con una particolarissima chitarra realizzata col corpo di una  Fender Stratocaster e il manico di una Telecaster. E poi i ricordi legati all'incontro con Stevie Ray Vaughan.
Al termine della visita Trotta si è detto "pienamente disponibile a tenere una lezione-incontro agli studenti" e ha sottolineato il valore dell'educazione musicale e dell'attenzione agli strumenti musicali: "Bisogna ritrovare l'importanza dello strumento, che esprime l'abilità del saper fare e del suonare, altro che computer e basi musicali.
E' lo strumento la base dello studio della musica, è creatività, è passione. E la musica senza passione non ha cervello né cuore". A Trotta sono arrivati i ringraziamenti dell'assessore Gulinelli e di Roberto Formignani: "È per noi - ha detto quest'ultimo - una grande opportunità poter contare sulla competenza e la straordinaria esperienza di Claudio Trotta, siamo pronti a dargli il benvenuto nella nostra scuola davanti ai nostri studenti e ai docenti".

Immagini scaricabili:

Da sin Gulinelli, Trotta, Formignani