Comune di Ferrara

mercoledì, 01 dicembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Cittadini per il clima: combattere i cambiamenti climatici con la partecipazione popolare

Cittadini per il clima: combattere i cambiamenti climatici con la partecipazione popolare

15-11-2021 / A parer mio

E' partita a livello nazionale la campagna "CITTADINI PER IL CLIMA" per la raccolta online delle firme per la proposta di legge di iniziativa popolare rivolta all'Istituzione delle "Assemblee dei Cittadini, per il coinvolgimento diretto su temi di interesse pubblico e generale, Assemblea dei Cittadini sulla crisi climatica".

Perché l'approvazione parlamentare legittimi la nascita nel nostro paese di una Grande Assemblea dei Cittadini è necessario che la proposta di legge raggiunga 50mila firme entro sei mesi.

PERCHE' SERVONO LE ASSEMBLEE DEI CITTADINI

L'obiettivo è dare la parola ai cittadini sulla grande emergenza climatica ed ecologica, che faranno da stimolo ai governi che non stanno prendendo le decisioni necessarie.

Dagli incendi alle alluvioni, dallo scioglimento dei ghiacci alle desertificazioni e agli eventi meteorologici estremi, la crisi climatica è qui ed ora e sta inevitabilmente entrando nella vita di tutti noi con conseguenze irreversibili, eppure si continua a non fare nulla per impedirle.

Non c'è più tempo, qui ed ora si decide se continuare ad emettere ulteriori decine di miliardi di tonnellate di gas serra, che provocheranno un aumento della forza degli uragani, la crescita dei mari e la morsa della siccità.

La partita climatica si gioca in questo decennio.

Purtroppo anche la Cop 26, che si sta concludendo, è l'ennesima dimostrazione della vacuità delle promesse e della totale assenza di azione da parte dei governi, è l'ennesima dimostrazione della inconciliabilità del diritto alla vita con gli interessi economici dei grandi centri di potere industriale, digitale e finanziario.

Votare non basta più. Se la politica elettorale è immobile di fronte all'emergenza, dobbiamo attivare la democrazia partecipativa.

Deve crescere la partecipazione dei cittadini in politica e il peso delle loro decisioni per la comunità.

Per ridare fiducia ai cittadini nella Democrazia e nella Politica l'unica soluzione è coinvolgerli nella Politica per consentire il pieno sviluppo del concetto di "Democrazia".

Le assemblee civiche sul clima affrontano questioni che i politici eletti non hanno il coraggio di discutere: tassazione delle emissioni, sussidi alle fonti fossili, crescita demografica, allevamenti intensivi.

COSA SONO LE ASSEMBLEE DEI CITTADINI

Mentre gli Stati nazionali rischiano di far naufragare gli impegni degli Accordi di Parigi, nel mondo si sta diffondendo un nuovo modello deliberativo per adottare soluzioni innovative su temi come il riscaldamento globale e la crisi ecologica. Si tratta delle "Citizens' Assemblies": assemblee di persone sorteggiate su base campionaria che, col supporto di esperti, studiano, dibattono e decidono.

Si tratta di pratiche in cui gruppi di cittadini, selezionati con un'estrazione casuale dalle liste anagrafiche che mira a ricreare all'interno del gruppo dei cittadini gli equilibri e le dinamiche che sono presenti nella società in termini di genere, età, istruzione, residenza, sono chiamati ad affrontare uno specifico argomento, ad approfondirlo, a confrontarsi su questo, a dibattere e a deliberare, producendo documentazioni finali che contengano loro idee, proposte, raccomandazioni, indicazioni.

Si tengono prima incontri con esperti della materia oggetto dell'Assemblea, chiamati a presentare, in misura paritaria, un numero quanto più vasto possibile di posizioni, istanze e orientamenti sul medesimo tema, offrendo un quadro completo, bilanciato e diversificato.

Seguono poi gli incontri con i gruppi di interesse, comitati e associazioni della società civile, che presentano le loro posizioni ai cittadini dell'Assemblea.

Chiudono la fase di ascolto e confronto gli incontri aperti al pubblico, in cui i membri dell'Assemblea hanno modo di ascoltare e confrontarsi con i loro concittadini .

Al termine del processo si hanno le deliberazioni finali, le votazioni sulle varie proposte emerse in Assemblea e la presentazione di queste alle istituzioni con un report finale.

La proposta di legge prevede che, entro novanta giorni dalla pubblicazione ufficiale del report dell'Assemblea, il Parlamento, o il Governo, in caso di iniziativa governativa dell'Assemblea, dichiari pubblicamente, motivando adeguatamente le ragioni di tale scelta, se intende: a) accettare le proposte dell'Assemblea nella sua interezza b) rigettare le proposte dell'Assemblea c) procedere alla modifica delle proposte dell'Assemblea.

CHI SIAMO

A Ferrara la campagna, promossa a livello nazionale dal Comitato Politici Per Caso, è sostenuta e organizzata da Donne per la terra, Extinction Rebellion, Associazione Fe-nice, Movimento 5 Stelle, + Europa, Teachers For Future.

Il Comitato Politici per Caso é composto da:

Eumans, Yezers - la Start up di due generazioni, 6000 sardine, Oderal - Organizzazione per la Democrazia Rappresentativa Aleatoria, Volt Italia, Forte Urbano Castelfranco Emilia, Rinascimento Green, Democrazia Radicale, Certi Diritti, The Good Lobby Italia, Associazione Luca Coscioni, Volare, Extinction Rebellion Italia.

COME SI FIRMA

Usando lo SPID o altri strumenti di firma digitale direttamente sulla piattaforma itAgile

Raccolta Firme Online o accedendo dal sito di Politici Per Caso PoliticiPerCaso

o dai siti delle varie associazioni componenti il Comitato Politici Per Caso

LA PROPOSTA DI LEGGE

Istituzione delle Assemblee dei cittadini per il coinvolgimento diretto nella deliberazione su temi di interesse pubblico e generale

(Comunicato a cura delle associazioni del comitato ferrarese campagna "Cittadini per il clima")