Comune di Ferrara

mercoledì, 01 dicembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Un gin ferrarese, ecco il prodotto dell'imprenditore Bregola. Incontro col Sindaco: "La vivacità delle iniziative imprenditoriali dei giovani è alimento per il futuro"

Un gin ferrarese, ecco il prodotto dell'imprenditore Bregola. Incontro col Sindaco: "La vivacità delle iniziative imprenditoriali dei giovani è alimento per il futuro"

25-11-2021 / Punti di vista

UN GIN FERRARESE, ECCO IL PRODOTTO DELL'IMPRENDITORE BREGOLA. INCONTRO COL SINDACO: "LA VIVACITÀ DELLE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI DEI GIOVANI È ALIMENTO PER IL FUTURO"

Ferrara, 25 nov - Il suo è un gin locale che richiama i sapori e i profumi del delta. E che in pochi giorni ha già incontrato la curiosità di 200 appassionati del territorio. Promotore dell'iniziativa imprenditoriale è un giovane dell'alto ferrarese, Paolo Bregola (31 anni), che ha chiamato il suo primo "London Dry" CàMai, termine che in dialetto gorese significa "Mai a casa" e che si presenta già all'olfatto come tipico per i sentori di lavanda del delta, uniti anche ad altri aromi e spezie che spaziano dall'alloro al cappero, dall' oliva al ginepro, passando per il coriandolo. Bregola ha incontrato questa mattina il sindaco Alan Fabbri, presentandogli il proprio progetto. Il primo cittadino si è complimentato per l'idea imprenditoriale e per il suo sviluppo: "Queste sono belle storie che meritano di essere raccontate e valorizzate - ha detto -. Siamo al fianco dei giovani che si mettono in gioco, che credono in un'idea, che lavorano duramente per realizzarla. La vivacità delle iniziative imprenditoriali e delle idee messe in campo dai ragazzi è alimento per il futuro". "Tutto è nato - ha spiegato Bregola - dall'incontro con un 'vongolaro' a Lido delle Nazioni, al bagno Chalet del mare, che mi ha insegnato i segreti di questo prodotto, che mai prima avevo conosciuto. Ho iniziato a documentarmi a sperimentare spezie, aromi, pensando a un gin che conservasse l'anima del territorio. Mi sono reso conto che un'idea analoga era venuta a un distillatore di Bolzano, la cui azienda si chiama Zu Plun, fortemente appassionato a Ferrara e al suo territorio. Ci siamo uniti e oggi dalle sue distillerie escono le bottiglie che già commercializziamo ai lidi e che stiamo portando in Romagna". Anche l'etichetta porta la firma ferrarese, è infatti realizzata da Lorenzo Botti di 'Pace e Inchiostro tattoo studio', e richiama l'Adriatico rappresentando: l'ancora, la vongola verace e il cuore.
"Come degustarlo? Consigliatissimo con una tonica secchissima e squisito pure nel Martini cocktail, che esalta il sentore dell'oliva", spiega Bregola. Tutti gli aggiornamenti sulla pagina Instagram https://www.instagram.com/camai_gin/?hl=it

 

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili: