Comune di Ferrara

lunedì, 17 gennaio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Produzioni teatrali, siglata intesa intesa tra Ferrara e la città coreana di Daegu

Produzioni teatrali, siglata intesa intesa tra Ferrara e la città coreana di Daegu

30-11-2021 / Punti di vista

FERRARA-COREA DEL SUD, SIGLATO ACCORDO TRA TEATRI, "E ORA SVILUPPEREMO LE POTENZIALITÀ ECONOMICHE". NEL 2020, NONOSTANTE IL COVID, EXPORT CRESCIUTO DEL 3%. NEL 2022 IN SCENA A DAEGU IL "DON GIOVANNI" PRODOTTO ALL'ABBADO
Ferrara, 30 novembre 2021 - Siglata questo pomeriggio a palazzo Municipale l'intesa tra Ferrara e la città coreana di Daegu (città nota anche per essere città d'origine del colosso Samsung). Al centro: la cultura e lo scambio di produzioni teatrali, con la prospettiva di eventuali sviluppi anche nel settore economico.
L'accordo internazionale - sancito anche da un reciproco scambio di doni - ha coinvolto, per la parte ferrarese, il sindaco Alan Fabbri, l'assessore Marco Gulinelli, con il direttore del Teatro comunale 'Claudio Abbado' di Ferrara Moni Ovadia, il direttore artistico Marcello Corvino - reduce da una trasferta in Corea e promotore dell'intesa - Giacomo Gelmi (Consiglio di Amministrazione) e il commissario straordinario della Camera di Commercio Paolo Govoni. La delegazione coreana era rappresentata dal presidente del teatro di Daegu Park In Gun, la segretaria della città Cho Hana e Lee Soyoung, pianista, cantante e presidente della compagnia Solopera. Punto di contatto tra i due Paesi è stato Dino De Palma. La mutua collaborazione tra le due realtà darà presto i suoi primi frutti: la produzione ferrarese del "Don Giovanni" nell'ottobre del 2022 sarà infatti in trasferta a Daegu mentre quella coreana della "Turandot" sarà accolta sul palco di Ferrara a marzo 2023.
"Ferrara si conferma città dal profondo respiro internazionale e l'elemento di grande attrattività dimostra, ancora una volta, di essere la sua arte e la sua cultura. Questa nuova partnership è motivo di orgoglio e sta già mostrando le sue potenzialità", ha detto il sindaco Fabbri. "Potenzialità che potranno presto essere declinate anche in altri campi". A questo riguardo il commissario Govoni ha spiegato che "gli ultimi dati della Camera di Commercio dicono che nel 2020 le imprese ferraresi hanno esportato merci in Corea del Sud per 17 milioni di euro, a fronte di 1,9 milioni di euro circa di import. Nello stesso anno, nonostante la pandemia, l'export verso la Corea è cresciuto di quasi mezzo milione di euro pari ad un +2,8%. Ci sono quindi i presupposti affinché l' interscambio possa avere valori ancora maggiori", ha sottolineato. "Daegu è la terza città più grande della Corea del Sud ed è una città speciale per la cultura, qui è infatti stata messa in scena la prima opera in Corea. Siamo felici di poter celebrare il 2022 - che segnerà i 20 anni del nostro teatro e del nostro Opera Festival - con una produzione ferrarese e con questa partnership con Ferrara. L'auspicio è quello di lavorare insieme per costruire una lunga storia e un percorso comune", ha sottolineato il presidente Park In Gun. "La Corea negli ultimi decenni ha saputo sviluppare eccellenze in ogni ambito - offrendo alla lirica artisti importantissimi - ed è uno di quei Paesi che dona all'Italia una particolare attenzione per la sua cultura", ha evidenziato Ovadia, affermando che "saper ammirare l'arte degli altri è una grande virtù per ogni popolo". Il direttore ha inoltre espresso l'augurio che l'accordo possa avere un futuro anche nel settore economico: "È importante declinare la cultura con l'economia anche in quei privati che hanno il senso del mecenatismo: spesso infatti sono stati i grandi mecenati a permettere lo sviluppo dell'arte". Corvino - a fine ottobre proprio a Daegu nell'ambito di un'iniziativa dedicata alle città della musica patrimonio Unesco, dove era stato invitato come rappresentante della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara - ha auspicato che "il primo scambio delle nostre rispettive produzioni teatrali apra a una collaborazione sempre più stretta e intensa". Il direttore artistico del teatro ha ricordato, in particolare, che "al 'Don Giovanni' parteciperanno 18 under 35 selezionati dal presidente onorario dell'Abbado, Leone Magiera, tra oltre 300 ragazzi da tutto il mondo, con adesioni anche della stessa Corea".
(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili:

Accordo Ferrara-CoreaSud - Da sin Ovadia, Corvino, Park In Gun, Fabbri, Govoni Accordo Ferrara-CoreaSud - A Teatro. Da sin Park In Gun, Corvino, Ovadia, Dino De Palma Accordo Ferrara-CoreaSud - Da sin Lee Soyoung, Park In Gun, Alan Fabbri Accordo Ferrara-CoreaSud: tappe dell'interscambio