Comune di Ferrara

lunedì, 17 gennaio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Ferrara, l'università di Salisburgo alla ricerca delle tracce della tomba del fondatore dei templari: "Rilevate 'possibili anomalie' nel sottosuolo dell'ex chiesa di San Giacomo"

Ferrara, l'università di Salisburgo alla ricerca delle tracce della tomba del fondatore dei templari: "Rilevate 'possibili anomalie' nel sottosuolo dell'ex chiesa di San Giacomo"

14-01-2022 / Punti di vista

FERRARA, L'UNIVERSITÀ DI SALISBURGO ALLA RICERCA DELLE TRACCE DELLA TOMBA DEL FONDATORE DEI TEMPLARI: "RILEVATE 'POSSIBILI ANOMALIE' NEL SOTTOSUOLO DELL'EX CHIESA DI SAN GIACOMO"

Ferrara, 14 gen - Tracce di possibili sepolture storiche nel sottosuolo dell'ex chiesa ferrarese di San Giacomo. Non è da escludere che una di queste possa essere ricondotta alla tomba del fondatore dei Templari, frà Ugone Dei Pagani, risalente al XII secolo. Ad approfondire i risultati delle rilevazioni - realizzate da settembre a dicembre 2021 - sarà l'Università di Salisburgo, già in campo proprio per studiare l'esito dei rilievi effettuati.
Rilievi effettuati negli ultimi mesi, in due diverse tranche, da Esplora, spin off dell'Università di Trieste, con un particolare strumento, definito Georadar 3D, tra i pochi in uso in Italia (di provenienza svedese), che consente di acquisire immagini tridimensionali fino a circa 3 metri di profondità dando all'operatore una mappatura completa del terreno sottostante.
Questo sistema di indagine geofisica emette nel sottosuolo impulsi elettromagnetici a 400 megahertz: le antenne del dispositivo ricevono poi l'eco del riflesso delle discontinuità sottostante (ossia della presenza di materiali differenti dalla composizione del terreno) registrando le profondità e componendo una ricostruzione delle geometrie. Si tratta di una prima prova, non invasiva, per acquisire una mappatura del sottosuolo, sulla quale sono in corso gli studi e gli approfondimenti da parte dell'ateneo di Salisburgo, che - una volta portati a termine - saranno presentati al pubblico.
Le analisi strumentali sono state condotte sotto la supervisione di archeologi incaricati, anche alla presenza del Magister dell'ordine dei Templari Cattolici d'Italia Mauro Giorgio Ferretti: "Non nascondo una certa emozione nel portare avanti questo progetto che ci mette sulle tracce della tomba del fondatore dell'ordine del Tempio - spiega -. Da decenni seguo l'ordine e circa sei anni fa abbiamo scoperto la tomba di Arnau de Torroja, nono Maestro generale del Tempio. Sull'esito di queste ricerche si concentra l'attesa di circa 40milioni di persone nel mondo, che seguono la nostra attività e che si riconoscono nei valori cattolici e nelle attività che conduciamo".

 

(Ferrara Rinasce)

Immagini scaricabili: